Milan, Pioli: "Ibrahimovic convocato? Ancora non ho deciso"

Le parole del tecnico dei rossoneri alla vigilia del match contro il Verona: "Tatarusanu titolare, Giroud si è allenato bene e ci sarà"
Milan, Pioli: "Ibrahimovic convocato? Ancora non ho deciso"© LaPresse

MILANO - Il tecnico del Milan, Stefano Pioli, si è presentato in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Verona: "La sosta è stata particolare come tutte le altre. Ci siamo trovati tutti insieme solo ieri, ma ho visto la concentrazione giusta. Il Verona sta facendo bene con Tudor, dovremo fare attenzione. La squadra non ha dimenticato la grande prestazione di Bergamo. Abbiamo bene chiaro in testa quello che abbiamo fatto. Domani affrontiamo un altro avversario molto aggressivo, servirà grande qualità e tante energie fisiche. Ibrahimovic sta meglio, ha iniziato a lavorare sul campo, da ieri è in gruppo. Sarà importante l'allenamento di domani, poi decideremo se convocarlo o meno. La sua condizione è in crescita. Giroud si è allenato bene, ha superato il problema alla schiena, domani ci sarà. Tatarusanu sarà titolare domani. E' un grande professionista, qui è apprezzato da tutti".

Milan-Verona, Ibrahimovic tra i convocati?
Guarda il video
Milan-Verona, Ibrahimovic tra i convocati?

Pioli su Calabria e Mirante

Pioli, successivamente, ha parlato del gioco del suo Milan: "Dobbiamo continuare ad essere pericolosi, tanti miei giocatori stanno migliorando. Calabria sta bene, si allena con noi da tre giorni, domani ci sarà. Mirante ha bisogno di una settimana di preparazione in più, ma sono contento del suo arrivo. Ringrazio la società, avevamo bisogno di un altro giocatore. E' un ragazzo serio e un grande professionista. I giocatori rientrati dalle nazionali stanno bene. Tra ieri e oggi abbiamo giocato anche tra di noi per vedere la condizione di tutti. Il blasone del club ha fatto sì che fosse una squadra desiderabile da tanti giocatori. Ci auguravamo di essere in questa posizione e vogliamo arrivare il più in alto possibile pensando partita per partita, vogliamo vincere tutte le partite. Siamo il Milan, domani giochiamo in casa e prenderemo tanta energia dai nostri tifosi anche domani sera. La sfortuna esiste per le persone che si sentono sfortunate. Non è così per noi, il nostro gruppo vuole superare tutte le difficoltà e sfruttarle per dimostrare il nostro valore. Diaz durante la sosta l'ho visto bene, oggi invece era un po' indisposto. Vediamo per domani".

Pioli: "Maignan? Sono cose incontrollabili"

"Le difficoltà contro il Verona saranno tante, è una squadra che sta bene di gambe e di testa. Giocano un calcio offensivo, dovremo sfruttare i loro errori. Loro pressano tanto, dovremo muoverci bene e con i tempi giusti. Servirà grande continuità all'interno della partita. E' vero che gli scontri diretti sono importanti, ma è fondamentale anche non perdere punti con le piccole. Ballo Touré è tornato dalla nazionale in buone condizioni. Ha avuto il suo tempo per adattarsi, contro il Venezia è stato un po' timoroso ma ora è cresciuto. E' più portato a attaccare che a difendere, ma sta crescendo anche in fase difensiva. Gli serve tempo per capire cose nuove. Maignan? Purtroppo sono cose incontrollabili. Ci dispiace tanto per lui, ma ieri lo abbiamo visto bene. Il suo ingresso in squadra è stato positivo, ma abbiamo massima fiducia in Tatarusanu. Il recupero di Krunic è molto importante, aveva iniziato bene la stagione. E' uno di quelli che è cresciuto di più. Può fare anche il trequartista. Tudor sta proseguendo con quello che aveva fatto Juric l'anno scorso. Barak è molto fisico, Caprari è bravo nell'uno contro uno, Simeone l'ho allenato a Firenze ed è un bravo attaccante. Dovremo essere più bravi di loro domani".

Milan, i migliori video

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti