Napoli, Insigne: «Rosa Juve superiore ma proveremo a batterla»
© FOTO MOSCA
Napoli
0

Napoli, Insigne: «Rosa Juve superiore ma proveremo a batterla»

Il capitano azzurro: «Sarà una partita sentita e proveremo a vincere per fare un regalo ai tifosi. Un mio gol? Penso più a fare una bella prestazione»

ROMA - "Indossare la fascia a Napoli, da napoletano, non capita tutti i giorni. Dopo la partenza di Hamsik, sono diventato capitano e sono orgoglioso di rappresentare il popolo azzurro. Spero di tenerla per tanti anni". A due giorni dal big match con la Juventus, Lorenzo Insigne si prende sulle spalle la squadra azzurra nel tentativo di ridurre il gap dalla capolista."Mister Ancelotti mi ha cambiato posizione - spiega a Skysport24 l'attaccante partenopeo - Mi trovo bene, anche se non sono incisivo come in passato, ma l'importante è lavorare bene in allenamento perchè con la prestazione arrivano i gol".

HAMSIK DA AMMIRARE - Hamsik, ex capitano, e' solo da ammirare: "Ha fatto piu' reti di Maradona, è da prendere come esempio. Sono orgoglioso di aver giocato con lui, da quando sono arrivato mi ha sempre aiutato, non si è mai lamentato per un infortunio o arrabbiato se finito in panchina in qualche partita importante. Bisogna soltanto dirgli grazie".

VERSO LA JUVE - Contro la Juve, assicura, "è sempre una partita sentita. La distanza in classifica è ampia, proveremo a vincere una partita dal sapore speciale per fare un regalo ai nostri tifosi. Magari con un mio gol? Segnare alla Juve è sempre importante ma lo è di più fare una bella prestazione". Ancelotti sta facendo un ottimo lavoro: "Ho sempre parlato bene del mister, ha portato la sua serenità, sia arrabbia quando ce n'è bisogno ma capita poche volte, in partita o in allenamento, e questo ci ha fatto bene. Anche se siamo lontani dal primo posto abbiamo la Champions da raggiungere e dobbiamo lottare sino alla fine in Europa League". La Juve merita di stare davanti: "Non che la nostra rosa sia da meno, ma la loro è  grande, visto che in panchina hanno gente come Bernardeschi e Cancelo. Noi siamo stati sfortunati contro Chievo e Torino, ci è mancata la cattiveria sotto porta per chiudere la partita. Inoltre, questo è il primo anno con Ancelotti: modulo nuovo, allenamenti diversi, ma all'inizio nessuno ci dava in posizione Champions e come ogni anno siamo noi a dare fastidio alla Juve. Dobbiamo migliorare, perche' è giusto che prima o poi ci prendiamo qualche soddisfazione".

INSIGNE IMITA SIMEONE IN ALLENAMENTO 

KOULIBALY-MILIK - Lo scorso aprile fu Koulibaly a riaprire il discorso scudetto: "Forse per vincere lo scudetto era meglio non battere la Juve...Koulibaly ce lo stanno invidiando tante squadre top. Mertens? Si parla sempre di noi quando non segniamo, ne verra fuori e ci darà una mano. Milik? Ha avuto due infortuni seri, è stato tanto tempo lontano dai campi e sono contento sia tornato ai massimi livelli. Può ancora tanto dare al Napoli - conclude Insigne - e farci raggiungere coi suoi gol traguardi importanti".

Vedi tutte le news di Napoli

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

 

Calciomercato in Diretta