Napoli, Gattuso: scacco in tre mosse

Il tecnico aspetta la riconferma da parte di De Laurentiis e attende di sapere non solo cosa farà Mertens, ma anche i reali scenari di altri elementi fondamentali al progetto
Napoli, Gattuso: scacco in tre mosse© SSC NAPOLI via Getty Images

NAPOLI - Se questa storia fosse una partita a scacchi, beh, sarebbe da scacco in tre mosse: rinnovo, conferme, contratti. Il fatto, però, è che in questo caso le strategie non sembrano essere la componente decisiva: è la chiarezza, l’unica chiave. Sono le certezze e le risposte, dalla società e dai giocatori, le basi sulle quali Rino Gattuso potrà e dovrà costruire il suo Napoli bis. Se vogliamo il primo, vero Napoli da plasmare con il marchio di fabbrica impresso a fuoco sin dalla fase progettuale: ecco perché il tecnico ha chiesto di blindare Fabian Ruiz e Zielinski, due elementi considerati molto importanti per la squadra e per la sua idea di gioco, anche nel corso dell’ultimo incontro faccia a faccia con Aurelio De Laurentiis al centro sportivo di Castel Volturno.

Napoli, Zielinski e Ruiz intoccabili per Gattuso
Guarda il video
Napoli, Zielinski e Ruiz intoccabili per Gattuso

Il contratto di Gattuso da prolungare

Il Napoli è in piena evoluzione, in grande fermento silenzioso considerando tutti i risvolti e le conseguenze generate dalla pandemia e dal blocco delle attività, sia sul piano della gestione sia su quello della progettazione. E sebbene i riflettori siano inevitabilmente puntati sulla possibile ripartenza e sul finale thrilling del rinnovo-non rinnovo di Dries Mertens, a breve la storia da copertina sarà il futuro di Gennaro Gattuso. Proprio così: la programmazione della prossima stagione non può prescindere dal definitivo chiarimento della posizione dell’allenatore. E dunque dalla valutazione che il suo rapporto, in scadenza nel 2021, potrebbe essere ancora risolto unilateralmente dal club entro il 30 giugno a fronte del pagamento di una penale. In realtà anche Rino potrebbe rescindere in anticipo entro il 30 aprile, versando a sua volta una penale, ma l’ipotesi non sembra contemplata. E così non restano che le indicazioni della cronaca: l’allenatore ha intuito sul mercato di gennaio, a cominciare dall’acquisto del tedesco Diego Demme, e con la società valuta costantemente i piani futuri. Indizi. Che fanno prove: in attesa degli atti ufficiali.

Leggi l'articolo completo sull'edizione nazionale del Corriere dello Sport-Stadio

Coronavirus, il Napoli tra riunioni Skype e cassa integrazione
Guarda il video
Coronavirus, il Napoli tra riunioni Skype e cassa integrazione

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti