Napoli, Altafini: "Insigne? Anche Pelé e Maradona hanno sbagliato rigori"

L'ex centravanti azzurro sulla Supercoppa Italiana: "Perché Mertens è partito in panchina? Szczesny ha cambiato la partita con una parata. La Juve rimarrà la squadra da battere per vincere lo scudetto. Il Milan mi ricorda il Leicester del 2016"
Napoli, Altafini: "Insigne? Anche Pelé e Maradona hanno sbagliato rigori"© Getty Images

NAPOLI - José Altafini, indimenticato centravanti italo-brasiliano di Milan, Napoli e Juventus, ha parlato a Radio 1 Station della sfida tra Juventus e Napoli di ieri sera, che ha visto i bianconeri alzare la Supercoppa Italiana: “L'episodio chiave della sfida è stata, ancora sullo 0-0, la parata di Szczesny sul colpo di testa pazzesco di Lozano. Se gli azzurri avessero fatto gol, la partita avrebbe avuto una svolta". Insigne è rimasto affranto dopo l'errore dal dischetto all'80': "Lorenzo deve stare tranquillo, perché tanti campioni, in passato, hanno sbagliato i rigori. Tra questi ricordiamo Maradona, Pelè, Messi. Baggio e Baresi hanno sbagliato addirittura nella finale del mondiale 1994. Capita a tutti, non deve demoralizzarsi, l'importante è che resti il leader del gruppo".

Juve, che festa: Chiellini alza la Supercoppa italiana
Guarda la gallery
Juve, che festa: Chiellini alza la Supercoppa italiana

La squadra di Pirlo, sconfitta dall'Inter in campionato, ha dato un segnale di chiara ripresa: "Sono contento che l’Inter abbia vinto contro i bianconeri, perché la Juve sicuramente recupererà i punti persi, e sarà ancora la squadra da battere per vincere lo scudetto. Ha un’ottima panchina, fatta di giocatori che sono di uguale valore dei titolari. Conosco l’ambiente Juve e so benissimo che non sbagliano mai due match di fila. La Juve è ancora la favorita per lo Scudetto, però deve sbrigarsi a recuperare qualche punto sul Milan, che sta facendo un ottimo torneo, volando sulle ali dell’entusiasmo. I rossoneri mi ricordano il Leicester di Ranieri". Altafini torna a parlare della Supercoppa: "Non so per quale motivo Mertens sia partito in panchina. Non discuto le mosse di Gattuso, però ricordo le parole del più grande presidente del Napoli, Roberto Fiore: la squadra rispecchia il carattere del tecnico. Se il Napoli ieri è stato troppo timoroso nei confronti dei bianconeri, farei una critica velata a Rino".

Mercato, Milik si trasferisce al Marsiglia
Guarda il video
Mercato, Milik si trasferisce al Marsiglia

L'ex attaccante conclude parlando delle aspettative del Napoli in questa stagione: "Insieme a Roma e Lazio, sono squadre che possono ambire alle primissime posizioni in campionato, ma sono tre squadre discontinue, senza regolarità né continuità. Dove trovare la continuità? Va trovata assolutamente nella testa dei calciatori, soprattutto in un anno come questo in cui ci si allena pochissimo. Anche qui serve la mano di Gattuso”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti