Napoli, senti Collovati: "Anguissa, ottimo impatto"

L'ex difensore: "Ci sono centrocampisti che impiegano due anni per ambientarsi..."
Napoli, senti Collovati: "Anguissa, ottimo impatto"© FOTO MOSCA

NAPOLI - "Il Napoli sta bene, la Juve è in difficoltà'. Ci sono stati quasi 70 minuti di possesso palla evidenti in un senso. E' stata una partita vinta meritatamente dal Napoli. Il gol iniziale di Morata è stato regalato, in situazioni del genere c'è il rischio di non riprenderti più e invece la squadra ha reagito". Lo ha dichiarato Fulvio Collovati, ex difensore della Nazionale Campione del Mondo in Spagna ‘82, a NapoliMagazine.Com: "Il Napoli - ha proseguito Collovati - non è ancora all'apice della condizione. La fase offensiva può migliorare con i recuperi di Mertens e Lozano. C'è un ottimo Politano, un buon Insigne". E in campionato, l'ex difensore, mette gli azzurri tra le favorite: "Il Napoli può lottare per il vertice. La Juve ha altro da pensare. Il Milan è quella che sta meglio. L'Inter è sempre l'Inter, anche se ha pareggiato col Genoa. Con Spalletti gli stessi giocatori sono consapevoli che ora in panchina c'è un allenatore che pretende e non abbassa la guardia, Spalletti è uno che se la gioca fino all'ultimo. Il tecnico è stato voluto fortemente da De Laurentiis".

Fotografie e baci ai tifosi: l'esultanza di Koulibaly
Guarda la gallery
Fotografie e baci ai tifosi: l'esultanza di Koulibaly

Anguissa, ottimo impatto

"Anguissa? Ci sono centrocampisti che impiegano due anni per ambientarsi. McKennie, Rabiot e Ramsey, ad esempio, li stanno ancora aspettando - il pensiero di Collovati che promuove a pieni voti il camerunense - Anguissa è un buon centrocampista, ha avuto un impatto positivo. L'errore di Manolas dopo 10 minuti? E' stato figlio di una partenza da dietro, sono situazioni che si verificano con le idee nuove del calcio moderno. Una volta quando facevi il passaggio al portiere lo realizzavi convinto al 100%". Parentesi, poi sulla Lazio: "La Lazio di Sarri aveva fatto 9 gol in 2 partite, mi sono stupito che non abbia fatto gol al Milan. Evidentemente, come ha detto Sarri, non c'è stata grande convinzione". Tornando a Napoli, Collovati sostiene che "Osimhen deve migliorare ancora tanto. Nella mia carriera ho visto dei giocatori che a 30 anni, al termine di ogni allenamento, restavano in campo per migliorare i dettagli, figuriamoci se non lo deve fare un ragazzo di 20 anni". Per il titolo, questo il pensiero di Collovati: "Nella corsa scudetto, ci può essere una favorita, ma non ci metterei la mano sul fuoco. Sono andati via Lukaku e Cristiano Ronaldo, le squadre sono equilibrate. La Juve ha perso Ronaldo, e per alcuni sembrava lui il problema, invece non è così. Sarà un torneo molto livellato", ha concluso l'ex difensore.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti