De Laurentiis interpreta Renzo Arbore: ‘o show

Il presidente salta dal Senato a Milano, passando per Castel Volturno e Afragola
4 min
Mimmo Carratelli

Agitazione, malelingue, stupori e divagazioni allo chalet di Peppino cameriere a Mergellina. È andato nell’aula sorda e grigia, annuncia Gennaro Piromallo salumiere. Ma chi, che cosa, chiede Saverio Malaspina ragioniere. Il presidente, precisa Salvatore pittore di alici. ll dottor De Laurentiis, sottolinea don Ciccio portiere di palazzo. Come siete ossequiente don Ciccio, esclama Giacomo Frollo pasticciere alla Pignasecca. Allora, che cosa è successo, chiede Enrico Pignatiello baritono mancato al San Carlo. Il dottor De Laurentiis è apparso in Senato, spiega Salvatore pittore di alici. Senatus mala bestia, osserva Pasquale Pazienza giornalista on-line. Se il Senato è una mala bestia, è normale che il dottor Aurelio ci sia andato, commenta Carminiello-a-rezza pescatore di fravaglia. Perché il dottor Aurelio è un mala bestia, domanda don Peppino parcheggiatore allusivo. Siete i soliti malpensanti, sbotta don Ciccio portiere di palazzo. Caligola andò in Senato col suo cavallo, osserva Pasquale Pazienza giornalista on-line. Aurelio col suo cavillo, commenta Salvatore pittore di alici, Aurelio è un presidente ricco di cavilli. Me ne vado, protesta don Ciccio portiere di palazzo, il dottor Aurelio ha fatto una cosa importante e voi come al solito lo deridete. Ma che cosa di importante ha fatto il dottor Aurelio in Senato, chiede Saverio Malaspina ragioniere.

De Laurentiis e le tavole al Senato

È salito al Senato con le sue dieci tavole come Mosè, informa Pasquale Pazienza giornalista on-line. I suoi comandamenti, spiega don Ciccio portiere di palazzo. Vuole sempre comandare, sottolinea don Peppino parcheggiatore allusivo. In Senato, il dottor De Laurentiis ha spiegato le sue dieci leggi per rifondare il calcio, precisa gravemente don Ciccio portiere di palazzo. Ho letto qualcosa, Aurelio ce l’ha sempre con le squadre delle città con meno di ventimila abitanti che non devono giocare in serie A, informa Saverio Malaspina ragioniere. Ce l’ha sempre col Frosinone, domanda Totonno Speranza direttore di centro commerciale. Frosinone ha quarantamila abitanti, precisa don Ciccio portiere di palazzo. Allora Aurelio lo vuole due volte fuori dal campionato, ipotizza don Peppino parcheggiatore allusivo. State al vostro posto, urla don Ciccio portiere di palazzo. Non gli piace la Melandri, comunica Pasquale Pazienza giornalista on-line. Non è più quella del 2006 quando gli azzurri le cantavano fàccela vede’, sottolinea Carminello-a-rezza pescatore di fravaglia. Aurelio è contro il Decamerone, contro le televisioni guardone negli spogliatoi, conviene Gennaro Piromallo salumiere.

De Laurentiis contro i procuratori

È contro i procuratori, aggiunge Saverio Malaspina ragioniere. Ho temuto che, in Senato, nella foga della sua arringa contro tutto e contro tutti, finisse con l’essere contro se stesso, osserva Giacomo Frollo pasticciere alla Pignasecca. È un diavolo d’uomo, commenta Salvatore pittore di alici, non sta fermo un momento, lo incontri a Castel Volturno e un’ora dopo è a Milano, hai il tempo di vederlo a Milano e due ore dopo è a Roma. E tre ore dopo ad Afragola, aggiunge Pasquale Pazienza giornalista on-line, a progettare campi e foresterie, il futuro del Napoli. Una trottola umana, osserva Gennaro Piromallo salumiere. Passa indifferentemente dai gelati alle automobili, alle sale cinematografiche, agli affari immobiliari, al cinema, al calcio, relaziona Pasquale Pazienza giornalista on-line. Non è un uomo, è una multinazionale, sentenzia Carminiello-a-rezza pescatore di fravaglia. E fa pure Renzo Arbore, osserva don Peppino parcheggiatore allusivo. Proprio così, conclude Salvatore pittore di alici, ma che vuo’ fa’, so’ fatto accussì, je faccio ’o show, questo è Aurelio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti