Parma, Liverani: "Avevamo 11 assenti, è un periodo difficile"

Il tecnico ducale: "Grassi terzino? Scelta nata nell'emergenza: non era semplice giocare contro Gyasi, ma ha difeso e spinto bene. Sohm e Cyprien ancora non conoscono l'italiano, ci vuole pazienza"
© Getty Images

PARMA - Il Parma riesce con una grande prova di squadra a pareggiare a tempo scaduto contro lo Spezia al Tardini. Fabio Liverani, raggiunto da Sky Sport, commenta così la partita: "Per com'è iniziata, avevamo fatto meglio a Udine dove abbiamo perso. E' difficile lavorare in questo periodo: noi siamo stati colpiti molto pesantemente, oggi avevamo 11 assenti. Non poter lavorare con la squadra è veramente difficile, non si riesce a compiere la trasformazione da gruppo a squadra, ci vuole continuità nella totalità della rosa. Partire da questo spirito di squadra è un bel punto di partenza, ma sono convinto che con tutta la rosa disponibile potremo diventare una squadra di buon livello".

Kucka e tre pali beffano lo Spezia! 2-2 col Parma di Liverani
Guarda la gallery
Kucka e tre pali beffano lo Spezia! 2-2 col Parma di Liverani

"Credo che in questa Serie A si possa difendere. Una retroguardia ha bisogno di trovare automatismi con centrocampo e attacco. Nessuno può pensare di poter difendere solo con i difensori. Oggi nella totalità del reparto sono stati bravi. Grassi terzino? Scelta figlia dell'emergenza: non era semplice giocare contro Gyasi, ma ha difeso e spinto bene. Sohm e Cyprien, entrati dalla panchina, ancora non conoscono l'italiano... ci vuole pazienza. So che la pazienza in Italia è poca, ma per adesso ci teniamo questo punticino che smuove la classifica, sperando di recuperare giocatori, attaccando con una buona organizzazione e restando equilibrati".

Liverani: "Ci vuole pazienza"
Guarda il video
Liverani: "Ci vuole pazienza"

Commenti