Corriere dello Sport

Roma

Vedi Tutte
Roma

Totti con il calcio femminile: «Siamo un'unica famiglia»

© ANSA

Il capitano della Roma: «Bisogna avere lo stesso rispetto che si ha per il calcio maschile»

 

mercoledì 20 maggio 2015 21:37

ROMA - "Facciamo tutti parte di una sola famiglia, quella del calcio: il gioco più bello del mondo". È Francesco Totti, capitano della Roma, il primo calciatore uomo a scendere 'in campo' per le colleghe donne in questi giorni al centro del caso Belloli, con una dichiarazione all'Ansa. Il presidente della Lega Dilettanti aveva parlato - secondo quanto messo a verbale e confermato da due testimoni - di "quattro lesbiche" a proposito delle calciatrici. La serie A femminile aveva protestato con striscioni e un ritardo di 15 minuti all'inizio degli incontri del fine settimana. Ieri le calciatrici hanno annunciato che non giocheranno la finale di Coppa Italia. Sottolineando che "lo sport appartiene a tutti, uomini, donne, bambini, diversamente abili", Totti ricorda soprattutto che "il calcio è il motore dello sport italiano, e il rispetto che si deve avere per il calcio femminile deve essere paritario a quello maschile".

LA PANICO: «CAMPIONE ANCHE PER QUESTO» -  "Un campione vero si vede da questi gesti, fuori dal campo". Così Patrizia Panico, centravanti del Verona e della nazionale e tifosa laziale, commenta il messaggio lanciato da Francesco Totti a favore delle calciatrici donne, a proposito del caso Belloli. "Dico grazie a Totti, a nome di tutte le calciatrici - aggiunge Panico, che è all'Olimpico per seguire la finale di Coppa Italia - la fede calcistica ci divide, la passione per il calcio ci unisce".

Per Approfondire

Commenti