Serie A Ciccio Graziani: «La Roma ha ancora bisogno di Totti»

L'ex attaccante: «Ha fatto delle giocate straordinarie, senza di lui la Roma non avrebbe vinto la partita»
Serie A Ciccio Graziani: «La Roma ha ancora bisogno di Totti»© LaPresse
TagsRomaTottiGraziani

ROMA - "La Roma ha ancora bisogno di Totti? Assolutamente sì. Ha dimostrato per l'ennesima volta che il calcio non ha età". L'ex attaccante Ciccio Graziani, ospite di microfoni di Radio Onda Libera, commenta così la prestazione del capitano giallorosso: "Ha fatto delle giocate straordinarie, senza di lui la Roma non avrebbe vinto la partita. Ho visto quattro giocate che da sole valevano il prezzo del biglietto e ripagavano i tifosi del diluvio e la lunga sospensione. Forse non ce l'aspettavamo capace di fare quelle cose, e così tante, entrando in quel modo. A un certo punto non era più Roma-Samp ma Totti-Samp! Penso che il secondo tempo della Roma sia stato tra i più belli della storia giallorossa”.

FOTO: TOTTI ENTRA E SEGNA

SPALLETTI: "CI SERVONO ALTRI TOTTI"

LA STAMPA ESTERA CELEBRA TOTTI

CAMPIONATO E CHAMPIONS - "Callejon erede di Higuain? No, è impensabile sostituire Higuain specie se pensiamo a quello che è riuscito a fare nella stagione scorsa. Callejon ha sempre fatto bene e adesso ha l'occasione per fare ancora di più. E' un giocatore di valore e ha presentato un bel biglietto da visita". Sguardo sulla Juve, attesa dalla Champions: "Non è una partita trappola. Sono perfettamente consapevoli e concentrati perché vogliono partire bene e faranno il massimo come sono abituati. Sanno che sarà un buon viatico cominciare col piede giusto. E' una partita importante e come tale l'affronteranno. E' una competizione alla quale, si sa, tengono tantissimo". De Boer all'Inter ha rimontato il Pescara, cambiando modulo ed effettuando tre sostituzioni insieme: "Il cambiamento drastico era necessario perché in campo c'era tanto Pescara e pochissima Inter. Le tre sostituzioni dovevano cambiare le cose. Gli abruzzesi potevano chiuderla la partita. La qualità tecnica può fare sempre la differenza e in poco tempo: questo ha detto la partita dell'Inter. I nerazzurri devono trovare la quadratura ed esprimersi con maggiore carattere e personalità”.

BALOTELLI - "Per lui è l'ultima chiamata. L'occasione è bella in un campionato importante come quello francese. Se le cose dovessero andare bene potrebbero aprirsi altre prospettive, compreso un eventuale ritorno in Italia. Si dice che il buongiorno si vede dal mattino, ma nel suo caso bisogna necessariamente aspettare".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti