Corriere dello Sport

Roma

Vedi Tutte
Roma

Roma, ufficiale; Monchi è il nuovo direttore sportivo: «Progetto esaltante»

Roma, ufficiale; Monchi è il nuovo direttore sportivo: «Progetto esaltante»

L'ex ds del Siviglia ha firmato un contratto di 4 anni con opzione per il quinto. Pallotta: «Una delle migliori menti del mondo del calcio»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 24 aprile 2017 19:02

ROMA - Monchi è il nuovo direttore sportivo della Roma, ora è anche ufficiale. L'ex Siviglia ha firmato un contratto di quattro anni con opzione per il quinto. 

PALLOTTA -  “A nome mio e di tutta l’AS Roma, do il benvenuto a Monchi nella nostra famiglia e non vedo l’ora di iniziare una lunga collaborazione di successo, in una nuova entusiasmante era per il Club”, ha dichiarato il presidente James Pallotta. “Non potrei essere più felice per l’arrivo di un dirigente, comunemente riconosciuto come una delle migliori menti nel mondo del calcio”. 

«PROGETTO ESALTANTE» - “Vorrei ringraziare il presidente della Roma James Pallotta e i membri dello staff dirigenziale per avermi dato questa opportunità”, ha dichiarato invece Monchi. “Questo è un progetto esaltante e non vedo l’ora di mettermi a disposizione dei tifosi, dello staff e dei calciatori di questa squadra storica, per tanti anni”.

La storia di Monchi: 16 scout e 400 dossier

Monchi, dopo la firma, è partito per Pescara, dove ha salutato i giocatori prima del match dell'Adriatico. 

 

 

L'INTERVISTA - Monchi ha anche rilasciato la sua prima intervista da ds giallorosso sul sito ufficiale della Roma:

Dopo il suo arrivo nella Capitale, Monchi ha fatto visita a Trigoria dove ha rilasciato la sua prima intervista ad asroma.com. Ecco le dichiarazioni del nuovo Direttore Sportivo del Club al sito ufficiale giallorosso.

“Sono molto contento, molto soddisfatto, molto motivato e molto grato per l’interesse che il Club ha mostrato nei miei confronti, e questa, forse, è per me la cosa più importante: sentirmi amato. Ho grande voglia di iniziare a lavorare”, ha dichiarato il dirigente spagnolo.

Qual è l’aspetto del progetto Roma che l’ha attratta maggiormente?

“Essenzialmente l’entusiasmo e l’interesse che la Roma ha mostrato per me fin dal primo giorno nonché le potenzialità di un Club che ha ampi margini per riuscire a conseguire cose importanti. Lavorare per la Roma mi dà grandi motivazioni e aiutare la Roma a ottenere successi molto importanti mi rende felice”.

Ha avuto diversi incontri con Jim Pallotta in questo periodo, che rapporto si è instaurato con il presidente?

“Dal primo giorno c’è stato un ottimo feeling con Jim, che mi ha trasmesso l’ambizione di realizzare un progetto importante. E credo che dal primo istante, malgrado lui parli inglese e io spagnolo, abbiamo parlato la stessa lingua: la lingua di un Club con grandi professionalità, con le idee chiare e soprattutto con un obiettivo importante”.

I tifosi hanno dimostrato da subito grandi interesse nei suoi confronti, vuole inviare loro un messaggio in particolare?

“Il mio messaggio è innanzitutto un ringraziamento per le tante dimostrazioni di affetto ricevute attraverso i miei social network. L’unica cosa che posso promettere è quello che mi ha permesso di essere oggi qui, vale a dire lavoro e dedizione. Darò il meglio di me per permettere alla Roma di essere il più in alto possibile. Non riposerò neanche un secondo per raggiungere gli obiettivi che tutti abbiamo in mente”.

Articoli correlati

Commenti