Roma, Monchi: «Marotta all'Inter un bene per il calcio italiano»

Il ds giallorosso si è espresso anche sul Var: «Gli arbitri italiani sono il top e io sono un difensore della tecnologia»

ROMA - "Io sono poco oggettivo perché da quando sono arrivato in Italia ho sempre detto che gli arbitri italiani sono il top e sono un difensore del Var, ma credo che per le prime 12 giornate il bilancio sia positivo. L'Italia è sulla strada giusta e bisogna continuare così". Lo ha detto Monchi, direttore sportivo della Roma, al termine dell'incontro degli allenatori e dei dirigenti della massima serie con la classe arbitrale sulla Var. "Appuntamenti come quello di oggi fanno bene per ascoltare le opinioni - ha aggiunto -. Ho visto gli arbitri aperti ad ascoltare i club e questa è una cosa positiva".

Roma, ospiti a sorpresa: Aldair, Aquilani e Moriero
Guarda la gallery
Roma, ospiti a sorpresa: Aldair, Aquilani e Moriero


ARBITRO AGGREDITO - Il dirigente giallorosso ha poi voluto esprimere solidarietà al giovane arbitro dei dilettanti aggredito la scorsa settimana proprio nel Lazio: "Voglio esprimere il mio sostegno all'arbitro che nelle ultime settimane ha avuto problemi tra i dilettanti. A volte li dimentichiamo e non va bene" ha aggiunto.

MAROTTA - "Marotta ha vinto tanto con la Juve e ha fatto tanto per il calcio italiano, se rimane in Italia è un bene per questo campionato". Così, a margine del confronto tra arbitri, dirigenti e allenatori della massima serie italiana sul Var, il direttore sportivo della Roma Monchi ha commentato l'imminente annuncio dell'accordo tra l'Inter e l'ex dirigente della Juventus Beppe Marotta. (Ha collaborato Italpress)

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti