«Free AS Roma», proteste tifosi anche sui social dei Celtics

«Free AS Roma», proteste tifosi anche sui social dei Celtics

ROMA - Uno striscione duro contro Pallotta è comparso anche a New York, senza mezzi termini la contestazione arriva anche oltreoceano. Tutto questo mentre a Roma imperversava la protesta per strada dei tifosi. Società accerchiata. Il presidente americano del club, colpevole di aver lasciato andare via Daniele De Rossi, ultimo baluardo del romanismo, è stato anche attaccato sui social dei Boston Celtics di cui è grandissimo tifoso. Tra l’altro dal 2002 fa parte come socio della Boston Basketball Partners, società proprietaria dei Boston Celtics.

Roma, addio De Rossi solo il primo. Baldini e Fienga, le mosse
Guarda la gallery
Roma, addio De Rossi solo il primo. Baldini e Fienga, le mosse

«Pallotta free AS Roma», questo lo slogan più utilizzato dai sostenitori infuriati della Roma. Così, infatti, prende quota il “partito” dei tifosi giallorossi americani che hanno manifestato al presidente la loro rabbia: i profili social sono stati presi di assalto. Accuse, slogan chiaramente rivolti contro i dirigenti: sintomo ancora più evidente (se possibile) del malumore della tifoseria romanista per le scelte degli ultimi tempi, oltre che per una stagione non all’altezza delle aspettative.

Waiting for Jim (Aspettando Pallotta)

Pallotta venga al Corriere

La contestazione della Curva Sud sotto gli uffici della Roma
Guarda il video
La contestazione della Curva Sud sotto gli uffici della Roma

Approfitta del Black Friday!

L'edizione digitale con un maxi-sconto

Approfitta dell'offerta a soli 59,99€ per un anno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti