Mkhitaryan, applausi contro l'Italia. La Roma è impaziente di conoscerlo

Il centrocampista armeno ha mostrato sostanza e qualità in mezzo al campo nel ruolo che potrebbe avere con Fonseca. Nel primo tempo ha calmato Florenzi durante la rissa
Mkhitaryan, applausi contro l'Italia. La Roma è impaziente di conoscerlo© Getty Images
TagsRoma

EREVAN - Contro l'Italia si è messo in vetrina con una prestazione da capitano vero, spronando i suoi a lottare, suonando la carica con ripartenze veloci palla al piede e ispirando dalla trequarti. Mkhitaryan lancia segnali dall'Armenia alla Roma, messaggi incoraggianti per i tifosi giallorossi e per Fonseca. Col 18 sulle spalle si è mosso nel ruolo di trequartista, lo stesso che potrebbe avere nello schieramento del tecnico portoghese, dispensando giocate di classe e dimostrando qualità, sostanza e freschezza atletica. E' mancata solo la vittoria all'Armenia, ma di più non poteva fare con la sua squadra in dieci contro undici per tutto il secondo tempo.

Italia vincente in Armenia: Pellegrini-gol per il 3-1 finale
Guarda la gallery
Italia vincente in Armenia: Pellegrini-gol per il 3-1 finale

Mkhitaryan, qualità e leadership

"Sull'1-1 abbiamo anche avuto la possibilità di vincerla. Abbiamo dato il massimo però l'Italia è una squadra superiore e siamo soddisfatti di quanto fatto. L'espulsione? Hanno saltato entrambi per colpire il pallone ma non voglio giudicare l'operato dell'arbitro", queste le parole di Mkhitaryan al termine di un match approcciato dal capitano armeno nel migliore dei modi: testa alta e sguardo a cercare il suo attaccante, poi tocco morbido perfetto a smarcarlo. La partita del 18 ha alternato spunti interessanti sotto il profilo della qualità di gioco ad una buona dose di personalità. Ha placato gli animi durante la rissa scoppiata in campo nel primo tempo, tenendo per la maglia il suo nuovo capitano, Florenzi, calmandolo. Non ha esitato a caricarsi la squadra sulle spalle, in un paio di circostanze ha tagliato il campo da area ad area con una conduzione di palla rapida, con tanti tocchi: è così che si è guadagnato una punizione dal limite, poi sprecata da un suo compagno. Se la Roma aspettava conferme da Mkhitaryan, allora le ha avute questa sera. Si è guadagnato gli applausi dei tifosi armeni e l'ansia di conoscerlo e ammirarlo di quelli giallorossi. 

L'Italia batte l'Armenia di Mkhitaryan

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti