Dal gol di De Rossi al poker con la Fiorentina: le 5 partite più importanti del 2019

Ranieri, De Rossi, Fonseca e la rivincita contro il Napoli: queste le gare più importanti dell'anno
Dal gol di De Rossi al poker con la Fiorentina: le 5 partite più importanti del 2019

ROMA - Un anno complicato, con ben tre allenatori e nessun trofeo. Di Francesco esonerato, Ranieri alla guida per pochi mesi, a gestire l'addio di De Rossi e tentare un complicato accesso in Champions League. Poi la svolta con Petrachi e Fonseca: quattro mesi esaltanti di un gruppo unito, che gioca bene e ha riportato entusiasmo nella tifoseria. Di seguito le cinque partite più importanti del 2019, dall'ultimo gol di De Rossi in giallorosso al 4 a 1 alla Fiorentina. 

Caos Armenia, la madre di Mkhitaryan insultata: "Henrikh ancora in Nazionale? Vediamo"

Sampdoria-Roma 0-1, 6 aprile 2019: Una partita complicata in un momento delicatissimo per la Roma che arrivava dal pari contro la Fiorentina e il ko per 4 a 1 contro il Napoli. Lazio, Atalanta e Milan sopra in classifica, con un ko c’era il rischio di perdere definitivamente le speranze Europa e affondare nell’abisso della negatività. A salvare la squadra e Claudio Ranieri - subentrato a Di Francesco - ci ha pensato Daniele De Rossi. Un tap-in vincente che ha permesso a un quarto d’ora dalla fine di strappare i tre punti a Marassi e respirare una boccata d’ossigeno. L’ultimo gol di De Rossi con la maglia della Roma, un regalo a una squadra che poi è riuscita quantomeno a strappare un pass per l’Europa League. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma-Juventus 2-0, 12 maggio 2019: Dalla vittoria contro la Sampdoria sono poi arrivati sette risultati utili consecutivi. Tre pareggi e quattro vittorie, una di queste contro la Juventus. Una Juve che aveva già vinto lo scudetto, ma mai sazia di vittorie e con un Cristiano Ronaldo che lottava per la classifica capocannonieri. CR7 domato e vittoria all’Olimpico per 2 a 0. E una vittoria contro i rivali bianconeri non è mai banale per i tifosi giallorossi. Gol di Florenzi all’80’, poi quello di Dzeko dieci minuti dopo. Un super Mirante per novanta minuti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma-Parma 2-1, 26 maggio 2019: ultima partita della stagione, ultima partita di Daniele De Rossi con la maglia della Roma. Dal Corriere dello Sport 10 in pagella al capitano giallorosso: un voto per la sua grande carriera, per i suoi diciotto anni di intenso amore verso la sua Roma. Perotti all’ultimo minuto ha regalato i tre punti - inutili - alla Roma che quel 26 maggio ha pianto il suo capitano. E non solo, anche Claudio Ranieri che in quella partita ha ricevuto il tributo della Curva Sud per il suo ritorno negli ultimi mesi della stagione. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma-Milan 2-1, 27 ottobre 2019: La Roma viene dall’irritante pareggio di Marassi per 0 a 0 dove l’unico tiro in porta della partita arriva al 79’. All’Olimpico i giallorossi affrontano il Milan, e lo fanno nel migliore dei modi. Rossoneri dominati, i giallorossi vincono con le reti di Dzeko e Zaniolo con una rosa ridotta all’osso dai tanti infortuni. L’inizio della svolta, per risultati e bel gioco. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma-Napoli 2-1, 3 novembre 2019: Vittoria col Milan, poi quella esterna con l’Udinese e quella all’Olimpico contro il Napoli di Ancelotti. La rivincita agli azzurri dopo il 4 a 1 subito la stagione prima in casa. Gara dominata dai giallorossi che giocano bene ma sprecano tanto. Gol dello stratosferico Zaniolo, poi il rigore sbagliato da Kolarov nel primo tempo aiuta i partenopei a rimanere in partita. All’inizio della ripresa Veretout non sbaglia il secondo penalty e la Roma ha la partita in pugno. Il gol di Milik a un quarto d’ora dalla fine regala qualche brivido finale alla squadra di Fonseca, ma il pareggio sarebbe stato immeritato. La Roma gioca a calcio, è squadra, è apprezzata dai tifosi. Da quella partita in poi solo uno stop col Parma, poi quattro vittorie e un pareggio con l’Inter. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiorentina-Roma 1-4, 20 dicembre 2019: L’ultima gara dell’anno, la Roma chiude col botto la prima parte di stagione. Anche qui una rivincita, questa volta al 7 a 1 rimediato in coppa Italia la scorsa stagione. I giallorossi dominano, giocano un bel calcio e umiliano una Fiorentina inerme al Franchi. Dopo quella gara Montella viene esonerato, dopo quel 4 a 1 Fonseca viene definitamente consacrato. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA - Un anno complicato, con ben tre allenatori e nessun trofeo. Di Francesco esonerato, Ranieri alla guida per pochi mesi, a gestire l'addio di De Rossi e tentare un complicato accesso in Champions League. Poi la svolta con Petrachi e Fonseca: quattro mesi esaltanti di un gruppo unito, che gioca bene e ha riportato entusiasmo nella tifoseria. Di seguito le cinque partite più importanti del 2019, dall'ultimo gol di De Rossi in giallorosso al 4 a 1 alla Fiorentina. 

Caos Armenia, la madre di Mkhitaryan insultata: "Henrikh ancora in Nazionale? Vediamo"

Sampdoria-Roma 0-1, 6 aprile 2019: Una partita complicata in un momento delicatissimo per la Roma che arrivava dal pari contro la Fiorentina e il ko per 4 a 1 contro il Napoli. Lazio, Atalanta e Milan sopra in classifica, con un ko c’era il rischio di perdere definitivamente le speranze Europa e affondare nell’abisso della negatività. A salvare la squadra e Claudio Ranieri - subentrato a Di Francesco - ci ha pensato Daniele De Rossi. Un tap-in vincente che ha permesso a un quarto d’ora dalla fine di strappare i tre punti a Marassi e respirare una boccata d’ossigeno. L’ultimo gol di De Rossi con la maglia della Roma, un regalo a una squadra che poi è riuscita quantomeno a strappare un pass per l’Europa League. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

1
Dal gol di De Rossi al poker con la Fiorentina: le 5 partite più importanti del 2019
2
Pagina 2
3
Pagina 3
4
Pagina 4
5
Pagina 5
6
Pagina 6