Roma, Cicinho: "Heinze è matto, non voleva più Totti come capitano!"

L'ex terzino parla dell'argentino, compagno di squadra in giallorosso: "A Roma non era ben visto dagli italiani, dai brasiliani e anche da qualche suo connazionale"
Roma, Cicinho: "Heinze è matto, non voleva più Totti come capitano!"
1 min

ROMA - Cicinho, ex terzino del Real Madrid e della Roma ha raccontato un aneddoto di quando vestivaa la maglia giallorossa, dal 2007 al 2011. Il protagonista del racconto non è lui bensì il suo ex compagni di squadra Gabriel Heinze, ora diventato allenatore e accostato al club brasiliano del Palmeiras: “Lui è matto – le parole di Cicinho ai microfoni di ArenaSBT – A Roma, dopo un mese, diceva che Totti non doveva più essere capitano. E dopo che lo ha detto ha giocato solo due volte. A Roma non potevi parlare così di Totti. Se approda al Palmeiras, dopo poco tempo litigherà con Felipe Melo, ve lo assicuro. A Roma, come giocatore, non era ben visto né dagli italiani e né i brasiliani e qualche argentino, tipo Osvaldo, aveva qualche remora nei suoi confronti. Non so come allenatore come potrebbe essere”.

Mkhitaryan sbatte contro la traversa: solo 0-0 tra Roma e Cska Sofia
Guarda la gallery
Mkhitaryan sbatte contro la traversa: solo 0-0 tra Roma e Cska Sofia

Maglia Abraham: scopri l'offerta

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti