Zaniolo, la mamma: "La storia con Madalina Ghenea? Non siamo d'accordo"

Le parole di Francesca Costa sulla vicenda legata al figlio e all'ex fidanzata Sara: "Qualcuno vuole rovinarlo. È disgustoso e disumano dire che noi abbiamo cacciato Sara di casa, l'abbiamo trattata come una figlia. Preoccupati per questa nuova frequentazione"
Zaniolo, la mamma: "La storia con Madalina Ghenea? Non siamo d'accordo"

ROMA - Francesca Costa, madre di Nicolò Zaniolo, vuole fare un po' di chiarezza riguardo la vicenda legata al figlio e alla rottura con la fidanzata Sara Scaperrotta. Intervenuta ai microfoni di Radio Radio, la mamma del talento giallorosso ha voluto raccontare la sua verità sulla rottura tra Nicolò e la ragazza rimasta incinta: "È scoppiato un polverone, e volevamo mantenere il silenzio. Vogliamo agire per vie legali sulla fantomatica zia che ha rilasciato alcune dichiarazioni contro mio figlio. Nicolò non ama fare gossip, noi volevamo mantenere un'altra linea. È assurdo dire che noi non siamo stati vicini a nostro figlio".

Il caso Zaniolo spacca i social: la Roma non gradisce

La mamma di Zaniolo: "Non abbiamo cacciato Sara di casa"

Prosegue Francesca Costa: "È disgustoso e disumano dire che noi abbiamo Sara cacciato di casa, noi l'abbiamo trattata come una figlia. Il giorno che noi siamo scesi da La Spezia, quando ci ha detto che la ragazza era incinta, Nicolò era disperato e aveva bisogno di noi, ci ha chiamato piangendo. Mio figlio aveva capito di non essere più innamorato di lei: Sara era pronta per uscire di casa, abbiamo parlato tranquillamente con lei e le avevo proposto di andare insieme dal ginecologo. Lei mi prima detto di sì, poi ha risposto di voler andare da sola e da quel giorno non l'ho più sentita. Il giorno seguente è venuta a casa di Nicolò a prendere le cose col padre e col fratello, ma è normale che sia andata via di casa perché l'appartamento è di mio figlio. Poi Sara ha bloccato Nicolò su WhatsApp. Per me questa fantomatica zia non esiste. Sara sette mesi fa ha abortito: ci sono state situazioni non piacevoli, si erano lasciati. Un mese prima di aspettare il secondo figlio mi ha detto: "Per fortuna che abbiamo preso quella decisione perché non siamo maturi per una cosa così importante". Ammetto che Nicolò, come tanti ventunenni, è impegnativo. Così come Sara".

La mamma di Zaniolo: "Sara conosceva la nuova casa"

Sulla posizione di Zaniolo: "Nicolò vuole preoccuparsi del figlio, vuole mantenerlo e dargli l'affetto di un padre. I due ragazzi non hanno gestito al meglio questa situazione. Non è vero che abbiamo cambiato casa per scappare da Sara: mio marito ancor prima che succedesse tutto gli aveva mandato le foto della casa nuova. Per scaramanzia volevamo cambiare appartamento poiché in un anno aveva subito due infortuni. Sara sapeva benissimo del cambio casa, loro due sarebbero dovuto andare a vivere insieme". 

Tutte le notizie sulla Roma

Ecco Madalina Ghenea, la nuova fiamma di Zaniolo
Guarda la gallery
Ecco Madalina Ghenea, la nuova fiamma di Zaniolo

La mamma di Zaniolo: "Contrari alla frequentazione con Madalina Ghenea"

Sulla nuova frequentazione di Nicolò: "Io e mio marito non siamo d'accordo sulla frequentazione che sta avendo con Madalina Ghenea, Noi abbiamo paura che qualcuno voglia rovinargli la carriera. Siamo con lui 24 ore su 24, cerchiamo di seguirlo sempre. Non è facile gestire Nicolò, ha vent'anni. Siamo in difficoltà sulla situazione che ha con questa donna". 

La mamma di Zaniolo: "Qualcuno vuole rovinare Nicolò"

Madalina Ghenea, ecco chi è l'attrice che ha stregato Zaniolo

Sull'infortunio di Zaniolo: "Tutta questa situazione non sta creando serenità a Nicolò, e questo non aiuta neanche il suo recupero dall'infortunio".

Madalina Ghenea: «Io come la Loren? Paragone che mi imbarazza»
Guarda il video
Madalina Ghenea: «Io come la Loren? Paragone che mi imbarazza»

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti