Villar: "Siamo arrabbiati. Benevento davanti alla porta, noi non tiriamo da fuori"

Le parole del centrocampista giallorosso al termine del match pareggiato contro il Benevento
Villar: "Siamo arrabbiati. Benevento davanti alla porta, noi non tiriamo da fuori"© Getty Images

ROMA - La Roma sbatte sul muro giallorosso del Benevento e non va oltre lo 0 a 0. Nonostante l'uomo in più nella seconda frazione di gioco (espulso Glik) la squadra di Paulo Fonseca non è riuscita a trovare nitide occasioni da gol, chiudendo il match con il secondo pareggio stagionale a reti bianche. Al termine del match Villar è intervenuto ai microfoni delle emittenti televisive per raccontare la gara: "Siamo tutti arrabbiati perché era una buona opportunità per avvicinarci al secondo posto. Ma ci sono partite in cui non si riesce a fare ciò che si era preparato", ha dichiarato a Roma Tv..

Cosa?
"Erano tutti e undici davanti alla porta, per noi è stato difficile perché abbiamo sbagliato l’ultima scelta e l’ultimo passaggio, io per primo. Ora testa a giovedì, poi il Milan".

In questi casi, perché non si tira dalla distanza?
"Sì, è una cosa di tutta la squadra ma io per primo devo lavorare per tirare da fuori. Non lo faccio mai, non so perché neanche guardo la porta. È un difetto che devo migliorare. Non abbiamo fatto molti tiri in porta, domani e dopodomani dobbiamo lavorare, ora non possiamo fare niente".

Serviva più pazienza, velocità?
"Appena finita la partita posso dire qualcosa ma non l’ho vista, domani la rivedrò. Oggi abbiamo fatto male, qualcosa abbiamo sbagliato. Domani inizieremo a lavorare per fare meglio quando una squadra si metterà davanti alla porta. Con più pazienza".

Corriere dello Sport in abbonamento

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti