Conference League, la Roma batte il CSKA Sofia 5-1: show di Pellegrini

Dopo un brivido iniziale il match ha avuto poca storia: la squadra di Mourinho è salita in cattedra e ha preso in mano la situazione. Sesta vittoria consecutiva in questo avvio di stagione
Conference League, la Roma batte il CSKA Sofia 5-1: show di Pellegrini© LAPRESSE
Jacopo Aliprandi
TagsRomaPellegriniMourinho

ROMA - Un piccolo brivido iniziale, poi la Roma ha dominato. Buona la prima per la squadra di Josè Mourinho che ha battuto il Cska Sofia 5-1 con la doppietta di Lorenzo Pellegrini e le reti di El Shaarawy, Mancini e Abraham. Dopo la rete iniziale dei bulgari i giallorossi sono riusciti a ribaltare il risultato con una prestazione superlativa del capitano della Roma, sempre più leader della squadra di Mourinho. 

Roma sotto, poi la perla di Pellegrini 

Mourinho ha scelto cambiare diversi elementi rispetto alla formazione titolare scesa in campo domenica scorsa contro il Sassuolo. Oltre al rientro di Smalling, dentro Calafiori, Diawara, Villar, El Shaarawy, Carles Perez e Shomurodov. Nei primi minuti possesso palla in favore della Roma, ma a passare in vantaggio è stato il Cska Sofia. Squadra distratta sul contropiede dei bulgari, difesa troppo leggera sull’incursione in area di Carey che dopo aver anticipato Villar e Mancini (che a sua volta ha ostacolato l’intervento di Smalling) ha scaraventato un potente destro sul secondo palo di Rui Patricio. Reazione Roma pochi minuti dopo con il colpo di testa di El Shaarawy terminato di poco alto, poi il destro di Shomurodov ben deviato dal portiere del Cska. Ritmi di gioco bassi, complici anche i tanti cambi rispetto ai titolari visti contro il Sassuolo. La squadra di Mourinho ha avuto bisogno di ingranare prima di trovare i giusti meccanismi e la velocità nel fraseggio. E dopo 25 minuti è arrivato il gol capolavoro di Lorenzo Pellegrini. Lancio lungo per il capitano della Roma, stop al limite dell’area di rigore e pallonetto a scavalcare Busatto. Perla assoluta del numero 7, osannato dai trentamila dell’Olimpico per il suo quarto gol stagionale. Un vero e proprio record in questo avvio di stagione: nessun centrocampista attualmente nei top 5 campionati europei ha segnato più reti di Pellegrini considerando tutte le competizioni. 

El Shaarawy non si ferma più: terzo gol in stagione

Dodici minuti dopo la Roma ha ribaltato il risultato con un’altra pennellata di El Shaarawy. Ottima azione di Shomurodov che al limite dell’area di rigore ha servito il Faraone che ha stoppato il pallone con l’esterno e da fermo con un destro a giro è riuscito a siglare il 2-1. Quarantacinquesimo gol di El Shaarawy con la maglia della Roma, il terzo in questo avvio di stagione. 

Pellegrini, doppietta e record europeo

Roma più in difficoltà nell’uscita dalla propria metà campo all’inizio del secondo tempo, con il baricentro basso e un centrocampo in difficoltà nella costruzione del gioco e nel fare il classico filtro davanti alla difesa. Così dopo l’ingresso di Ibanez al posto di Karsdorp (affaticamento muscolare), Mourinho ha deciso di far entrare due titolatissimi come Veretout e Cristante al posto di Diawara e Villar. Pochi minuti dopo è arrivato il gol del 3 a 1 firmato ancora da Lorenzo Pellegrini. Gran parte del merito però è di Riccardo Calafiori. Ottima incursione in area del giovane terzino giallorosso, alla sua prima gara all’Olimpico con il pubblico, poi il passaggio al centro per il capitano della Roma che con un sinistro sporco è riuscito ad appoggiare il pallone in porta battendo Busatto. 

Roma, il pokerissimo con Mancini e Abraham 

Standing ovation per Lorenzo Pellegrini, uscito per far spazio ad Abraham. Borja Mayoral stava per fare il suo esordio stagionale entrando insieme all’inglese ma è stato costretto a sedersi per lasciare entrare Kumbulla per un affaticato Calafiori. Nell’ultimo quarto d’ora di partita è arrivata prima l’espulsione per doppia ammonizione di Wildschut, poi il poker giallorosso firmato da Mancini con un tap-in vincente dopo il palo colpito da Smalling. E a proposito di legni, a otto minuti dalla fine è arrivato anche quello colpito da Shomurodov, che si è rifatto però servendo il suo secondo assist del match per il quinto gol firmato da Abraham che si è liberato dalla linea difensiva al momento giusto per non sbagliare a tu per tu con il portiere. Serata da sogno per la Roma che trova la sua sesta vittoria consecutiva. Gli applausi dell'Olimpico, la squadra in fiducia: la stagione della Roma non poteva cominciare meglio. 

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti