Roma, quanti duelli per Mourinho: la rosa ora è super

A dieci giorni dal campionato prende forma la squadra che voleva lo Special One: sulle fasce e nel mezzo ci sono sei giocatori per tre posti in vista del debutto contro la Salernitana
Roma, quanti duelli per Mourinho: la rosa ora è super© AS Roma via Getty Images
3 min
Roberto Maida
TagsRomaMourinho

ROMA - Ma quanti sono? Finalmente Mourinho può scegliere di volta in volta la Roma migliore. In tante caselle del campo si ritrova due giocatori per ruolo, in altre anche qualcuna in più. Quando otterrà anche un difensore centrale in più, potrà dirsi completamente soddisfatto della rosa che i Friedkin gli hanno messo a disposizione.

Roma da sogno con Wijnaldum e Belotti: la nuova formazione
Guarda la gallery
Roma da sogno con Wijnaldum e Belotti: la nuova formazione

Le fasce

A dieci giorni dall’inizio del campionato ci sono già diversi ballottaggi aperti. Soprattutto sulle corsie esterne, quattro calciatori competono per due posti: a destra Karsdorp dovrebbe per adesso proteggere il ruolo dal nuovo acquisto Celik, che ancora deve integrarsi negli schemi e nella mentalità di Mourinho, mentre a sinistra Zalewski sembra in vantaggio su Spinazzola, che non è un calciatore nuovo ma è come se lo fosse dopo i tanti mesi di inattività dovuti all’infortunio. Ma è solo un punto di partenza, perché le gerarchie in una grandi squadra possiedono il dono della flessibilità.

Roma, confronti in palestra tra Dybala, Mancini e Mourinho
Guarda la gallery
Roma, confronti in palestra tra Dybala, Mancini e Mourinho

Il centrocampo

Aspettando Wijnaldum, che è il centrocampista di qualità di cui Mourinho sentiva il bisogno per completare il reparto, la linea mediana è ancora un po’ sguarnita. Eppure il dualismo tra Cristante e Matic, che hanno passo e caratteristiche simili, è già cominciato. I due hanno anche giocato insieme, nell’amichevole contro lo Sporting, ma la prova generale effettuata a Haifa contro il Tottenham lascia immaginare che uno dei due andrà in panchina il 14 agosto a Salerno: nel 3-4-2-1 disegnato dall’allenatore il secondo spazio a centrocampo sembra riservato a Lorenzo Pellegrini, che arretrerebbe per consentire il varo della formula a quattro, con il tridente Dybala-Zaniolo-Abraham davanti. Questa soluzione, coraggiosa ma non scriteriata, ha già fruttato in Israele e verrà riproposta, almeno fin quando Wijnaldum non avrà raggiunto una buona condizione atletica.

Roma, la probabile formazione di Mourinho per l’esordio di campionato
Guarda la gallery
Roma, la probabile formazione di Mourinho per l’esordio di campionato

Preparazione

Intanto la squadra continua ad allenarsi a Trigoria in un clima allegro. Dopo Dybala, due giorni fa, ieri è stato Zaniolo a pubblicare una storia celebrativa su Instagram della partitella vinta: «Squadre squilibrate» ha scritto Nicolò, che nell’atteggiamento quotidiano sta dimostrando di avere ancora voglia di essere protagonista con la Roma, nonostante le indiscrezioni di mercato. Nella squadra vincitrice del test in famiglia Zaniolo ha giocato con Pellegrini e Dybala. I tre saranno probabilmente titolari anche domenica, nella notte della presentazione ufficiale della Roma allo stadio Olimpico contro lo Shakhtar Donetsk. Si dovrebbe rivedere, davanti a oltre 60.000 spettatori, l’attacco dei sogni provato a Haifa. In difesa sarà confermato il terzetto titolare con Mancini, Smalling e Ibañez, con Kumbulla pronto a subentrare. A ranghi completi poi Zaniolo dovrà conquistarsi il posto: è un altro ballottaggio annunciato, nel lusso della nuova Roma.

La Roma si allena, Mou urla: "Continua continua"
Guarda il video
La Roma si allena, Mou urla: "Continua continua"

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti