Sabatini e il retroscena su Rabiot alla Roma: "Che fastidio, saltò tutto per..."

Il direttore sportivo racconta la verità sul mancato trasferimento, a parametro zero, in giallorosso del centrocampista dell'allora Psg nel lontano 2014
Sabatini e il retroscena su Rabiot alla Roma: "Che fastidio, saltò tutto per..."
2 min

C'è un sassolino nella scarpa che Walter Sabatini non riesce proprio a levarsi: l'affare sfumato di Adrien Rabiot alla Roma. Intervenuto a “Taconazo”, sulla testata giornalistica multimediale Cronache di Spogliatoio, l'ex direttore sportivo giallorosso ha raccontato il retroscena sul mancato trasferimento del centrocampista della Juve a Trigoria. Una trattativa prossima a concretizzarsi e poi saltata nel 2014, quando il giocatore era arrivato vicinissimo a rompere con il Paris Saint-Germain.

Sabatini e la litigata con la madre di Rabiot

L’ex direttore sportivo giallorosso ha spiegato come andò: "L’esperienza più amara. Non c’è stato un problema con lui, bensì con la madre. Avevo l’accordo per portarlo alla Roma a parametro zero, e invece ho perso quello che considero un grande giocatore. Siccome il Psg l’anno prima mi aveva dato trenta e passa milioni per Marquinhos, non consideravo una cosa decente portare via Rabiot a parametro zero. Quindi, da dirigente della Roma, ho ritenuto di concedere un indennizzo al Paris Saint-Germain. Quando la madre lo ha saputo, si è avvelenata. Abbiamo litigato e ho dovuto rinunciare. Una vicenda che ancora oggi ricordo con dispiacere: mi dà fastidio visto il valore del calciatore". Rabiot ha poi continuato a giocare per il club parigino fino al gennaio 2019, quando venne messo fuori rosa per passare in estate, dopo la scadenza del contratto, alla Juventus.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti