La Salernitana saluta Inzaghi: Liverani supera tutti

In lizza c’erano Semplici e Ballardini. L’accordo ieri a Roma con Sabatini che è stato duro: "Tifosi, scusate"
4 min
Franco Esposito

SALERNO - La Salernitana volta ancora pagina. Il club campano dà il benservito a Pippo Inzaghi e sceglie Liverani, che nel tardo pomeriggio di ieri ha trovato l’accordo con Sabatini a Roma. Oggi sarà a Salerno e firmerà un contratto fino a giugno. Sono stati sondati anche Semplici e Ballardini. Ma l’ostacolo da superare è stato la durata del contratto: la società granata ha proposto un accordo secco per cinque mesi. Ballardini aveva chiesto un contratto di un anno e mezzo. La situazione di classifica è quella che è, per salvarsi ci vorrebbe un’impresa sportiva, dunque non è stato facile trovare un allenatore disponibile. Sabatini è infuriato. Dopo la sconfitta con l’Empoli ha pubblicato un post su Instagram. Una pagina nera ed un testo: "È stata una sconfitta dolorosa, che ci scaraventa nel baratro. Ma risaliremo, non avrò altro pensiero nei prossimi mesi e non mi assolvo in nulla per quello che sta succedendo, la Salernitana è altro. Scusate".

Inzaghi, nessuna scossa

Pippo Inzaghi non ha saputo dare alla squadra la scossa tanto attesa. Approdato a Salerno dopo l’esonero di Sousa all’ottava giornate (appena tre punti per il tecnico portoghese), SuperPippo non è riuscito a svoltare. Dieci punti in 16 gare: questo il suo score, con una media di 0,6. Troppo poco. L’allenatore piacentino non ha dato una precisa identità alla squadra, pur dovendo fare i conti con tante assenze ed una continua emergenza difensiva. Le migliori prestazioni sono arrivate paradossalmente contro le grandi, quando la squadra non aveva nulla da perdere ed ha giocato di rimessa. Quando, invece, si è trattato di fare la partita, tutto è diventato più farraginoso. Come contro Genoa ed Empoli. La vittoria di Verona aveva illuso tutti, ma da allora la Salernitana ha ottenuto un solo punto in sei partite. 

Salernitana, Inzaghi ai saluti

Ieri mattina l’ultimo allenamento al Mary Rosy, i saluti e la consapevolezza dell’esonero. La situazione è molto complessa, ma la società vuole giocarsi l’ultima carta anche per dare un senso al mercato invernale. Di qui la scelta di Liverani, nome ben conosciuto da Sabatini, che lo ha avuto al Perugia, alla Lazio ed al Palermo da calciatore. La squadra, dopo l’allenamento di ieri mattina, riprenderà a lavorare domani pomeriggio. Cattive notizie per Pirola, che rientrava da un infortunio muscolare ed ha avuto una ricaduta. Perché rischiarlo se non era ancora pronto? Da valutare anche le condizioni di Pierozzi. Domani pomeriggio al Mary Rosy ci sarà il nuovo allenatore per preparare la gara al Meazza contro l’Inter. Liverani è fermo dal dicembre 2022, quando fu esonerato dal Cagliari. Ha allenato anche Genoa, Ternana, Lecce e Parma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti