Quagliarella: “Riabbracciare i tifosi del Napoli? Sarebbe la giusta fine”
© ANSA
Sampdoria
0

Quagliarella: “Riabbracciare i tifosi del Napoli? Sarebbe la giusta fine”

L’attaccante della Sampdoria torna sull’avventura in azzurro: “Era il periodo dello stalker e io non ce la facevo più. Quando è uscita la verità è stato come se fossi tornato a giocare lì, quello striscione ha fatto scoppiare la pace”

GENOVA - "Diventare capocannoniere a 36 anni suonati è stato un traguardo pazzesco! Però non vedevo l'ora che finisse la stagione, è stata molto stressante. Tra me e me mi sono sempre detto 'fisicamente sto bene', quindi non ho pensato al ritiro, anche se scherzando con la mia fidanzata e con la mia famiglia qualche volta abbiamo parlato della possibilità di fermarsi chiudendo cosi' in bellezza... però il problema è che la passione per questo sport è troppa, non smetteresti mai!". Fabio Quagliarella racconta le sue emozioni durante la prima di puntata di "Linea Diletta", il format di interviste ideato da DAZN. Il bomber e capitano della Sampdoria, in vista del derby di Milano in programma sabato parla dei due allenatori delle milanesi con cui ha lavorato. "Antonio Conte ti migliora sotto tutti i punti di vista, caratteriale e mentale, quella mentalità che vuole solo ed esclusivamente vincere. Lui lo dice subito: se perdo o pareggio non mi rivolgete la parola. Lui è un vincente, ha la sua metodologia ed è tosta, ti assicuro è dura dura. Noi dicevamo sempre: a Conte manca il joystick tipo Playstation, lui detta tutti i passaggi, si fa trasportare dall'entusiasmo, però è un vincente e io credo che quest'anno l'Inter sta lì e può dare molto fastidio".

Quagliarella, il re del gol

Quagliarella racconta il periodo a Napoli

"Giampaolo, come persona, è molto più introverso, più chiuso: in tre stagioni qua alla Samp avremo parlato 5-6 volte, infatti ero io che andavo a parlargli. Lui mi diceva sempre che era tutto perfetto - spiega Quagliarella -. Poi nel modo di lavorare Conte e Giampaolo sono simili, nel senso che non lasciano nulla al caso, controllano tutti i dettagli, sono i dettagli che fanno la differenza te lo ripetono sempre, nel tipo di approccio alle gare sono molto simili". L'attaccante di Castellammare di Stabia torna anche sulla sua avventura al Napoli. "Da bambino avevo fatto provini per il Napoli... è sempre stato il mio sogno. L'anno di Napoli poi ho giocato bene, sono andato in doppia cifra ed eravamo andati in Europa, quindi non avevo nulla da rimproverarmi, i problemi venivano da fuori dal campo. Sono stati momenti difficili per me e la mia famiglia. Ricordo che chiamai il mio amico Giulio per condividere il mio disagio, non ce la facevo più in quel periodo dello stalker - spiega Quagliarella -. E lui chiamò mio papà e lo avvisò che c'era qualcosa che non andava. Così una volta papa' venne a prendermi a Castelvolturno, me lo ritrovai davanti, mi portò in macchina e mi disse: 'stai tranquillo, fossero vere le cose che dicono ti direi di preoccuparti, ma sono solo stupidaggini, tanto primo o poi lo becchiamo. Quella chiacchierata lì mi ha dato un po' di serenità”.

Quagliarella e l’amore dei tifosi del Napoli

È stato un incubo quel periodo, quell'uomo ha deciso di intromettersi nella mia vita e dare fastidio, ma lo prendo come una cosa che ha fatto parte del mio percorso, le soddisfazioni che potevo prendermi prima me le sto prendendo alla fine", ha aggiunto Quagliarella che poi si sofferma sul rapporto con il popolo azzurro. "I tifosi del Napoli ce l'avevano un po' con me ma io li ho sempre giustificati perché non sapevano la verità… Poi quando è uscita, è stato come se fossi tornato a giocare al Napoli, mi vogliono un bene dell'anima. Quando hanno esposto quello striscione c’è stata la pace, è stato come se avessi vestito la maglia del Napoli di nuovo. Riabbracciarmi con loro? Beh sotto il profilo romantico, sarebbe la giusta fine, ma il Napoli sta facendo un percorso con giovani forti, io poi ho la fortuna di essere amato ed essere capitano di una piazza fantastica come la Sampdoria. Ho la fortuna di avere questo amore da due piazze". (Italpress)

Tutte le notizie di Sampdoria

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

SERIE A - 7° GIORNATA
SABATO 05 OTTOBRE 2019
Spal - Parma 1 - 0
Verona - Sampdoria 2 - 0
Genoa - Milan 1 - 2
DOMENICA 06 OTTOBRE 2019
Fiorentina - Udinese 1 - 0
Atalanta - Lecce 3 - 1
Bologna - Lazio 2 - 2
Roma - Cagliari 1 - 1
Torino - Napoli 0 - 0
Inter - Juve 1 - 2
MERCOLEDÌ 18 DICEMBRE 2019
Brescia - Sassuolo 20:45

 

Calciomercato in Diretta