Ramirez all'attacco: "Sui contagiati certe squadre hanno nascosto qualcosa"

L'esterno della Samp: "Qualcuno pensa seriamente che in serie A solo noi abbiamo avuto così tanti casi positivi?"
Ramirez all'attacco: "Sui contagiati certe squadre hanno nascosto qualcosa"© LAPRESSE

Gaston Ramirez sfoga la sua rabbia. Il calciatore della Samp lancia accuse pesanti parlando di come il calcio sta gestendo l’emergenza Coronavirus. “La Samp non ha tenuto nascosto nulla, tante altre squadre sì e non lo capisco - ha detto il giocatore al Secolo XIX - È una mancanza di rispetto verso chi è stato trasparente e verso le persone che sono entrate in contatto con i contagiati. Rivelare di avere il virus non è una macchia sulla fedina penale, è questione di salute, di etica. Qualcuno pensa seriamente che in Serie A solo la Sampdoria abbia avuto 5, 6, 7 contagiati?".

Ramirez, che perla su punizione! La Samp sbanca il Grande Torino
Guarda la gallery
Ramirez, che perla su punizione! La Samp sbanca il Grande Torino

Questione stipendi

L’uruguaiano ci va giù pesante anche sulla questione relativa al taglio degli stipendi: "I soldi in questo momento servono a una cosa sola - dice Ramirez - aiutare i medici, gli infermieri, la ricerca scientifica, acquistare le mascherine e i macchinari. Togliamoceli per questa finalità. Sento parlare tanto di diritti televisivi, tagli agli stipendi, mancati guadagni, come se solo il calcio stesse perdendo dei soldi. Le attività commerciali no? Chi viene messo in cassa integrazione e chi ci verrà messo dopo, chi sta perdendo o ha già perso il lavoro. Il calcio rischia di dare un'immagine distorta di sé, da 'mondo diverso'".

Cies: Coronavirus ha un forte impatto sul valore dei giocatori
Guarda il video
Cies: Coronavirus ha un forte impatto sul valore dei giocatori

Samp, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti