Torino
0

Longo avvisa il Torino: "Con la Juve serviranno cuore e testa"

Il tecnico, al suo primo derby: "E' una partita sentitissima da noi e dai tifosi: sono concentrato. Zaza ha recuperato, vedremo se Ansaldi partirà dall'inizio"

Longo avvisa il Torino:
© Getty Images

TORINO - "E' una partita di cartello, molto importante e sentitissima da noi e dai nostri tifosi: sono concentrato". Così Moreno Longo alla vigilia del derby con la Juve, il suo primo da allenatore granata, ai canali ufficiali del club. Anche se difficile, il Torino deve assolutamente provare a far punti per allontanare la zona calda. "Dovremo affrontarli con un atteggiamento da squadra. Serviranno unità e sacrificio, quando si affrontano squadre simili devi saper soffrire e rispondere colpo su colpo".

"Diffidati? Schiererò la miglior formazione possibile"

Tanti i calciatori del Torino diffidati, tra cui Sirigu, Izzo e Rincon: "Non saranno condizionati, la partita del presente è sempre la più importante e non facciamo nessun tipo di calcolo. Scenderà in campo la formazione miglioreZaza? Ha recuperato, oggi vedremo con la rifinitura che minutaggio potrà avere". Su Ansaldi, fattore aggiunto con Mazzarri e ancora in ombra dall'avvento di Longo a causa degli infortuni: "Sta sempre meglio, su di lui abbiamo fatto una scelta diversa cercando di rimetterlo velocemente in squadra per farlo recuperare giocando. Valuteremo se farlo giocare dall'inizio o a gara in corso, ma è recuperato e ci dà alternative importanti". Poi la chiosa finale. "Alla squadra dirl che serviranno cuore e testa, è una gara che si gioca sul filo del rasoio sul fattore emozionale, che però non dovrà mai prevalere. Altrimenti non si riesce a fare quello che si ha in testa".

Tutte le notizie di Torino

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti