Udinese, Pussetto: "Non possiamo più regalare punti"

L'attaccante: "Con la Fiorentina e con il Bologna, non siamo riusciti a fare il nostro gioco nel primo tempo"
Udinese, Pussetto: "Non possiamo più regalare punti"© LAPRESSE
2 min

UDINE - "Sono tornato a giocare dopo sei mesi di stop e ne sono passati nove mesi dal giorno dell’intervento al ginocchio. Certe volte sento ancora un po’ di dolore, ora complessivamente sto meglio". Ignacio Pussetto, attaccante dell'Udinese, ha parlato così a Udinese Tv: "Cerco di lavorare ogni giorno per migliorare. Il mister sta cercando di provare un altro modulo, mi trovo bene a giocare sia come prima punta che come attaccante esterno. Preferisco giocare un po’ più largo, perché avendo un po’ più di campo di fronte e potendo dialogare con il terzino posso fare la differenza".

Beto salva l'Udinese in extremis: è 1-1 contro il Bologna
Guarda la gallery
Beto salva l'Udinese in extremis: è 1-1 contro il Bologna

Verso l'Atalanta

"L’Atalanta è una squadra molto fisica - Pussetto guarda così al prossimo impegno - domenica in casa loro sarà una partita difficile. Vedremo come Gasperini gestirà i suoi giocatori dopo l’impegno in Champions League contro il Manchester United, noi comunque vogliamo portare a casa dei punti. In queste ultime partite - prosegue - soprattutto in quella con la Fiorentina e con il Bologna, non siamo riusciti a fare il nostro gioco nel primo tempo, per poi migliorare moltissimo nella ripresa. Dobbiamo riuscire a proporre già nel primo tempo l’atteggiamento dei secondi 45 minuti, non possiamo più permetterci di regalare altri punti", ha concluso Pussetto.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti