Udinese, Pussetto: "Non possiamo più regalare punti"

L'attaccante: "Con la Fiorentina e con il Bologna, non siamo riusciti a fare il nostro gioco nel primo tempo"
Udinese, Pussetto: "Non possiamo più regalare punti"© LAPRESSE

UDINE - "Sono tornato a giocare dopo sei mesi di stop e ne sono passati nove mesi dal giorno dell’intervento al ginocchio. Certe volte sento ancora un po’ di dolore, ora complessivamente sto meglio". Ignacio Pussetto, attaccante dell'Udinese, ha parlato così a Udinese Tv: "Cerco di lavorare ogni giorno per migliorare. Il mister sta cercando di provare un altro modulo, mi trovo bene a giocare sia come prima punta che come attaccante esterno. Preferisco giocare un po’ più largo, perché avendo un po’ più di campo di fronte e potendo dialogare con il terzino posso fare la differenza".

Beto salva l'Udinese in extremis: è 1-1 contro il Bologna
Guarda la gallery
Beto salva l'Udinese in extremis: è 1-1 contro il Bologna

Verso l'Atalanta

"L’Atalanta è una squadra molto fisica - Pussetto guarda così al prossimo impegno - domenica in casa loro sarà una partita difficile. Vedremo come Gasperini gestirà i suoi giocatori dopo l’impegno in Champions League contro il Manchester United, noi comunque vogliamo portare a casa dei punti. In queste ultime partite - prosegue - soprattutto in quella con la Fiorentina e con il Bologna, non siamo riusciti a fare il nostro gioco nel primo tempo, per poi migliorare moltissimo nella ripresa. Dobbiamo riuscire a proporre già nel primo tempo l’atteggiamento dei secondi 45 minuti, non possiamo più permetterci di regalare altri punti", ha concluso Pussetto.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti