Venezia. Svoboda: "Daremo tutto per raggiungere la salvezza"

Il difensore: "La partita di Cagliari ha dimostrato il carattere della squadra"
Venezia. Svoboda: "Daremo tutto per raggiungere la salvezza"© ANSA

VENEZIA - “La partita di Cagliari ha dimostrato il carattere della squadra. Sapevamo che contro i rossoblu sarebbe stata una partita difficile e che loro ci avrebbero pressato alti, ma era importante ottenere un risultato positivo e nel secondo tempo siamo stati bravi ad impensierire i nostri avversari, creando diverse occasioni da gol riuscendo poi a pareggiare i conti nel finale. Merito nostro e soprattutto di Mister Zanetti, un grande stratega ed un grande uomo: noi abbiamo totale fiducia in lui, perché è capace di leggere le partite come pochi altri". Lo ha dichiarato il difensore del Venezia Michael Svoboda ai microfoni del sito ufficiale dei lagunari: "La Serie A è un campionato diverso dalla B, specialmente per il livello dei giocatori che ci giocano, capaci di muoversi negli spazi e così di creare pericoli inaspettati. Magari ci sono più spazi rispetto alla Serie B, ma la qualità dei calciatori nella massima serie è elevatissima e non puoi permetterti errori. Ora mi sento pronto per giocare in Serie A, magari nelle prime gare ho incontrato qualche difficoltà, perchè magari abbiamo patito un pò il salto di categoria e la pressione, però ora abbiamo preso coscienza dele nostre qualità".

Keita non basta al Cagliari, il Venezia pareggia: Mazzarri deluso
Guarda la gallery
Keita non basta al Cagliari, il Venezia pareggia: Mazzarri deluso

Obiettivo salvezza 

"Sono felice di aver giocato 3 partite da titolare ed aver accumulato un buon numero di minuti, voglio continuare così e ottenere la salvezza per il Venezia, perchè questo club se lo merita. La pausa di campionato può sicuramente tornarci utile per proseguire il nostro percorso di crescita attraverso il lavoro quotidiano e la conoscenza reciproca. In queste partite abbiamo incontrato diversi attaccanti forti, penso per esempio ad Insigne o ai bomber del Milan, ma la punta che ad oggi mi ha maggiormente impressionato è Pussetto, perchè ha velocità, tiro e qualità sotto tutti i punti di vista. Sono contento che Johnsen sia stato convocato in nazionale, è un giocatore molto forte e se lo merita. Io in questo momento non sto pensando alla nazionale, magari ci arriverò tra qualche anno; questa è la mia prima stagione in Serie A e voglio concentrarmi esclusivamente su questo ed ottenere la salvezza con il Venezia".

Orgoglioso di essere qui

"Sento che di partita in partita, l’entusiasmo attorno alla squadra sale sempre più e ne sono felice perché dimostra che stiamo facendo bene e che i nostri sforzi sono apprezzati. I tifosi sono una componente molto importante; prima e durante la partita si avverte il loro calore e questo mi emoziona e mi fa sentire orgoglioso di far parte del Venezia. Voglio giocare anche per loro, perchè sono sempre al nostro fianco ed hanno sofferto tanto in questo periodo per tutto quello che è accaduto a causa del Covid."

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti