Juric: "Tanti insulti con la Juve, ho reagito da uomo dei Balcani"

Il tecnico del Verona dopo l'1-1: "I ragazzi hanno uno spirito allucinante, spiace per Favilli. Mercato? Meglio che non parlo sennò mi esonerano..."

© LAPRESSE

TORINO - Una grande prestazione e un punto pesante (dopo 32 anni) quello conquistato dal Verona in casa della Juventus. Un pareggio 1-1 che Ivan Juric, ai microfoni di Sky, ha commentato così: "Oggi in campo c'erano tanti giovani, una gara difficile in cui abbiamo fatto meglio di loro per 60 minuti, salvo poi non reggerli alla fine. La squadra è andata oltre le sue possibilità facendosi anche del male, mi dispiace un po' perchè se avessimo tenuto ancora avremmo ottenuto altro. Meglio che non parlo di mercato, altrimenti mi esonerano... ma sono sincero, ho tanti 2000 e 2001, ragazzi che arrivano dalla C, tutti hanno personalità e spirito allucinante. E li devo ringraziare perche stanno facendo veramente benissimo.Anche Kalinic ha fatto bene oggi, con qualità. Si è comportato da giocatore vero anche se è ancora molto lontano dal suo massimo. Favilli? Dispiace, non segnava da due anni e ora ne fa due, poi si fa male... mi piange il cuore. Cosa è successo a fine gara? Niente di che, ho preso alcuni insulti. Ma da uomo dei Balcani reagisco subito (ride, ndr)".

Favilli entra, segna alla Juve e si fa male
Guarda la gallery
Favilli entra, segna alla Juve e si fa male

Da non perdere





Commenti