Serie B, il Palermo torna in corsa per la A. Finale thriller a Venezia
© LAPRESSE
Serie B
0

Serie B, il Palermo torna in corsa per la A. Finale thriller a Venezia

Nella penultima giornata del campionato cadetto i rosanero espugnano il campo dell'Ascoli vincendo 2-1 negli ultimi minuti. Pareggio a reti inviolate tra Brescia e Cremonese, superata dallo Spezia in classifica. Il Pescara non va oltre al 2-2 nella Laguna

ROMA - Nella penultima giornata di Serie B il Palermo vince in volata sul campo dell'Ascoli e si riporta a un solo punto dal Lecce: è ancora tutto in bilico per l'ultimo posto disponibile in Serie A. Il già promosso Brescia si accontenta dello 0-0 in casa della Cremonese, superata in classifica dallo Spezia, vincente 2-0 contro il Crotone. Il Pescara viene fermato sul 2-2 dal Venezia, che trova un punto fondamentale in chiave salvezza.

La classifica di Serie B

CUORE ROSANERO - Il Palermo parte forte al Del Duca: al 9' Moreo sfiora la traversa su cross di Trajkovski, tre minuti dopo un altro cross del macedone trova Puscas che manda di poco a lato. L'Ascoli accusa e rischia di subire gol anche al 34', quando Jajalo non arriva sulla spizzata di Moreo. I padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Brignoli a cinque minuti dal termine della prima frazione, ma il portiere blocca bene a terra la conclusione di Chajia. La partita è splendida: Lanni salva miracolosamente su Moreo al 10' della ripresa, ma all'ora di gioco è lo stesso Moreo che porta in vantaggio i rosanero. Lanni non trattiene il tiro di Szyminski e l'attaccante segna a porta vuota. L'Ascoli pareggia immediatamente: Casarini crossa dalla destra e Addae ci mette la zampa anticipando Brignoli. All'83' il Palermo sigla il 2-1, ma il gol viene annullato per fuorigioco: gli ospiti ci credono e continuano a spingere, infatti, a quattro minuti dal termine, arriva la rete del 2-1 e questa volta è tutto regolare. Jajalo serve Haas, che scatta sul filo del fuorigioco, controlla e finta il portiere: il Palermo torna a un solo punto dal Lecce e si giocherà la promozione diretta in Serie A nell'ultimo turno contro il Cittadella.

IL TABELLINO DI ASCOLI-PALERMO

PORTIERI PROTAGONISTI - La Cremonese cerca punti in chiave play off contro il già promosso Brescia, ma le Rondinelle non regalano nulla ai grigiorossi. L'occasione più clamorosa del primo tempo capita ai padroni di casa allo scadere, quando Mogos raccoglie in mezzo all'area un pallone vagante e si ritrova a porta sguarnita, ma calcia rasoterra, debole e centrale, favorendo l'intervento di Andrenacci. Al 40' la Cremonese aveva già sfiorato il vantaggio con un meraviglioso tiro a giro di Castrovilli da fuori area che aveva fatto accarezzato l'incrocio dei pali. Agazzi ed Andrenacci sono i due protagonisti del match: il risultato rimane invariato anche nella ripresa, con i due portiere che abbassano la saracinesca e mantengono le rispettive porte inviolate.

IL TABELLINO DI CREMONESE-BRESCIA

TUTTO TRANQUILLO - Lo Spezia affronta un Crotone che non ha più nulla da chiedere al campionato e allo Stadio Alberto Picco i padroni di casa spingono per cercare punti in vista dei play off: al 25' Galabinov porta in vantaggio i bianconeri sfruttando al meglio l'assist di Augello. Dieci minuti più tardi il bulgaro potrebbe raddoppiare, ma Cordaz respinge bene con i piedi. I calabresi si affacciano in attacco solo nella ripresa, ma Lamanna respinge bene su Milic. Lo Spezia spinge ancora e sfiora il raddoppio al 75': la conclusione di Maggiore si stampa sul palo. La partita si chiude quando Gyasi sforna l'assist vincente per Bidaoui, che firma il definitivo 2-0.

IL TABELLINO DI SPEZIA-CROTONE

FINALE THRILLER - Il Pescara fa visita al Venezia: la squadra di Serse Cosmi ha bisogno di tre punti per sperare di rimanere in Serie B, ma i Delfini si portano sull'1-0 al 21' con Brugman. Sottil mette il cross dal fondo e il compagno di squadra anticipa tutti sul primo palo. Il Venezia non ci sta e spinge sospinto dal proprio pubblico: al 29' Fiorillo è costretto agli straordinari su Segre e un minuto più tardi arriva il calcio di rigore per i padroni di casa. Balzano trattiene Bocalon, dal dischetto si presenta Domizzi che non sbaglia. Si va all'intervallo sull'1-1 e il risultato non si sblocca per tutta la mezz'ora del secondo tempo: Brugman manovra il contropiede e Mancuso si fa trovare pronto sul secondo palo, portando il Pescara di nuovo in vantaggio. Il Venezia si porta avanti con la forza della disperazione e trova il pareggio in extremis: in pieno recupero Marras si divora il gol che avrebbe chiuso la partita e al 95' arriva la punizione. I padroni di casa conquistano un calcio di rigore e Domizzi è ancora glaciale dal dischetto. Palla da una parte, Fiorillo dall'altra: un punto preziosissimo per la squadra di Serse Cosmi.

IL TABELLINO DI VENEZIA-PESCARA

Tutte le notizie di Serie B

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

 

 

 

SERIE B - 41° GIORNATA
MARTEDÌ 11 AGOSTO 2020
Spezia - Chievo 3 - 1
MERCOLEDÌ 12 AGOSTO 2020
Pordenone - Frosinone 21:00

In edicola

Prima pagina