Spezia-Frosinone 0-1: Italiano promosso in Serie A, Nesta sfiora il miracolo

Al Picco i ciociari schiacciano i padroni di casa, segnano con Rohden, ma non riescono a raddoppiare nella finale di ritorno dei playoff: sorridono i liguri, per la prima volta nel massimo campionato, grazie al miglior piazzamento nella stagione regolare
Spezia-Frosinone 0-1: Italiano promosso in Serie A, Nesta sfiora il miracolo© LAPRESSE

LA SPEZIA - Storica promozione in Serie A dello Spezia, che soffre contro il Frosinone, perde 1-0 in casa la finale di ritorno dei playoff, ma sale nel massimo campionato in virtù del miglior piazzamento in classifica (terzo lo Spezia nella stagione regolare, ottavo il Frosinone). All’andata, in terra ciociara, gli Aquilotti di Vincenzo Italiano si erano imposti con lo stesso punteggio. L’onore delle armi va comunque al Frosinone di Alessandro Nesta, che ci ha creduto fino all’ultimo, sfiorando l’impresa in questi playoff. Lo Spezia si aggiunge alle promosse Benevento e Crotone, approdando per la prima volta in Serie A nella sua storia. La formazione ligure ha conosciuto il massimo campionato soltanto negli anni ’20, quando ancora non c’era il girone unico, l’ultima volta nel 1925.

SERIE B, CLASSIFICA E RISULTATI

Spezia-Frosinone, la cronaca

Nel vuoto dello stadio Alberto Picco la formazione di casa si affida al tridente formato da Galabinov, con Gyasi e Nzola ai suoi lati, il Frosinone deve rinunciare a Dionisi squalificato, rimpiazzato da Ciano. I ragazzi di Nesta partono forte alla ricerca dell’impresa, mettendo in difficoltà lo Spezia per tutti i novanta minuti: al 12’ Beghetto, tra i migliori dei ciociari, colpisce il palo con un bolide a botta sicura. Al 24’ il centrocampista del Frosinone ci riprova dai 20 metri, ma Schuffet devia in angolo in tuffo. Il portiere dello Spezia è protagonista di altre due parate tra il 39’ e il 40’ su cross tagliato di Ciano e su tiro insidioso di Rohden. Al 42' lo Spezia si fa vivo con Bartolomei, che spara alto da ottima posizione. Si va al riposo senza reti e con la sensazione che il Frosinone abbia ancora tante carte da giocarsi.

Rohden gol, accende il match

Nella ripresa lo Spezia continua a essere attanagliato da troppi timori e il Frosinone ne approfitta. Prima Gyasi manca il gol della tranquillità per i liguri, poi i ciociari passano in vantaggio al 62’: ripartenza veloce, tacco al volo di Ciano per Rohden che infila all’incrocio di piatto destro. "Stiamo messi molto male" dice l’esterno spezzino Vitale, sorpreso dai microfoni tv nel silenzio del Picco. Italiano prova a ridare anima agli Aquilotti con le sostituzioni e, in parte, ci riesce. Lo Spezia stringe i denti e, nel recupero, il nuovo entrato Vignali salva sulla linea di porta: l'arbitro Sacchi fischia la fine del match, soffertissimo, e la festa ligure può esplodere per la prima storica promozione in Serie A.

SPEZIA-FROSINONE, TABELLINO E STATISTICHE

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti