Serie B, il Pisa fa la voce grossa: Ternana stesa 3-1 con Tramoni, Beruatto e Barba

Altri tre punti importanti per i toscani di D'Angelo che centrano il nono risultato utile consecutivo. I rossoverdi di Lucarelli vanno ko dopo una striscia di tre pareggi
Serie B, il Pisa fa la voce grossa: Ternana stesa 3-1 con Tramoni, Beruatto e Barba© LaPresse
5 min

ROMA - Esulta ancora il Pisa, che all'Arena Garibaldi travolge la Ternana per (3-1). Nono risultato utile consecutivo per i pisani che restano imbatutti da quando in panchina è tornato mister D'Angelo. Frena la Ternana che era reduce da tre pari di fila, ma che resta in una posizione di classifica molto interessante. Nell'altra sfida del pomeriggio invece, il Modena di Attilio Tesser sotto gli occhi di Stefano Pioli aveva espugnato il Tardini di Parma (2-1) grazie ai gol di Falcinelli e Bonfanti.

Pisa-Ternana 3-1

Parte a razzo la Ternana che impone subito ritmi e tempi di gioco, con il Pisa che però al 10' riesce a farsi vivo con un tiro di Torregrossa che viene respinto. Al 13' Pisa ancora in avanti con Tramoni, che prova di esterno a servire Torregrossa, ma l'attaccante viene anticipato e chiuso in calcio d'angolo da Mantovani. Sono le prove al gol nerazzurro che arriva sei minuti dopo: Morutan va via in campo aperto, punta l'area di rigore, mette a sedere un paio di avversari e poi serve un pallone d'oro a Tramoni che fa centro: 1-0. La Ternana non reagisce e il Pisa sfiora il raddoppio con una grande conclusione di Mastinu che Iannarilli alza in corner. Un giro di lancette e la squadra di D'Angelo va ancora vicina al gol con Barba, che in rovesciata colpisce la traversa. Gol che arriva poco dopo sugli sviluppi di un corner con Beruatto che tutto solo ha il tempo di prendere la mira e trafiggere Iannarilli per il (2-0). Il gol è pesante per la Ternana, che nonostante ciò al 37' si fa pericolosa con un colpo di testa di Partipilo da distanza ravvicinata: gran parata di Livieri. Il Pisa però dilaga al 40' con Barba, che appostato sul secondo palo, da due passi, mette dentro. Tutto finito? Nemmeno per sogno, perchè proprio sul gong di frazione gli umbri accorciano con Partipilo, andando così al riposo sul pariziale di 3-1. Ripresa: Umbri pericolosi in avvio di secondo tempo con Falletti che calcia in diagonale dal limite dell'area, ma la palla termina a lato non di molto. Risponde il Pisa con Tramoni che prova una conclusione a giro sul secondo palo: palla fuori di un nulla. Le emozioni fioccano e sul capovolgimento di fronte la Ternana sfiora il secondo gol con Partipilo che prova a piazzare il mancino, ma la palla sfiora il palo. Altro tentativo del Pisa in ripartenza poco dopo con Mastinu, ma Iannarilli si distende e fa sua la sfera. Al 34' la squadra di Lucarelli sfiora il bis, Pettinari svetta in area su cross dalla sinistra di Mantovani, palla fuori di pochissimo. Nel finale il Pisa si riaccende: prima con Beruatto che centra il palo, poi con Sibilli che chiama Iannarilli alla deviazione in corner e infine con un piattone di Touré. Al 49' Partipilo può riaprirla ma non è preciso e non centra lo specchio. 

Parma-Modena 1-2

Il Parma parte forte e al 2' si rende pericoloso con una staffilata di Man dalla distanza che termina alta non di molto. Ancora ducali al 10':  traversone di Vazquez dalla trequarti, deviazione volante di Inglese che viene però bloccata a terra da Gagno. A sbloccarla però ci pensa il Modena con Falcinelli, che al 18' su una punizione dalla trequarti di Tremolada la mette in fondo al sacco di testa dopo un imperioso stacco: 0-1. I crociati tentano di abbozzare una reazione, ma i canarini al 24' raddoppiano: Tremolada pennella un cross dalla sinistra, Bonfanti colpisce al volo e con il piatto destro trafigge Corvi. Il Parma prova a reagire ma non punge, Vazquez colpisce di testa ma Gagno blocca senza problemi. La prima frazione termin così con la squadra di Tesser sul doppio vantaggio. Ripresa: il Parma cerca subito di accellerare i ritmi, ma non riesce a creare veri pericoli dalle parti di Gagno. Bernabè al 5' esplode un destro a giro ma l'estremo del Modena è attento. Al 26' la partita ha un sussulto: Bonfanti attera in area Benedyczak e l'arbitro concede il calcio di rigore. Dal dischetto Vazquez spiazza Gagno e riapre la gara. Mihaila dà la scossa alla squadra di Pecchia che nel finale cerca di trovare il pari con un tiro in diagonale di Camara deviato in corner da Gagno. Proprio Camara, servito da Bonny in pieno recupero, sfiora il pareggio, ma Gagno con un miracolo salva tutto e i tre punti vanno al Modena.


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti