Frosinone, Stirpe: "Il futuro della B è legato alla Serie A"

Il patron dei ciociari: "Giocare a luglio-agosto? Per me va bene, se sarà necessario. Gli strascichi giudiziari ci saranno solo se le regole verranno applicate male. Prestare i campi alle squadra di A? Solo se sarò già promosso"
Frosinone, Stirpe: "Il futuro della B è legato alla Serie A"© Bartoletti
TagsSerie AFrosinoneStirpe

FROSINONE - Il presidente del Frosinone Maurizio Stirpe, ai microfoni di Radio Punto Nuovo, ha detto la sua sulla possibilità che il campionato di Serie B riparta dopo l'interruzione per coronavirus: "Il quadro al momento è ancora incerto. Ci sono segnali che fanno ben sperare per il futuro, ma ci sono ancora tendenze incerte. Ripartenza? Non c'è una decisione univoca, è chiaro che la Serie B aspetta con ansia, perché dipende dalla Serie A. Qualora dovessero ripartire loro, noi attendiamo fiduciosi la nostra ripartenza. Siamo tutti legati alla curva epidemiologica: quando questa si abbasserà, spereremo in qualcosa in più".

Coronavirus Stirpe: "Vie legali se la B chiude e il Frosinone non sale"
Guarda il video
Coronavirus Stirpe: "Vie legali se la B chiude e il Frosinone non sale"

La possibilità che i calciatori scendano in campo a luglio e agosto non spaventa Stirpe: "Sono favorevole, se può essere utile. Basta che non ci sia troppa differenza di tempo con la Serie A perché causerebbe problemi per l'inizio della stagione successiva. Un mese è un tempo sufficiente, di più sarebbe complicato". L'imprenditore ciociaro prosegue: "Ribadisco che la soluzione migliore è finire il campionato sul campo per evitare di affollare i tribunali. Bisogna applicare correttamente le regole: se si decide di interrompere i campionati senza promozioni o retrocessioni, è un criterio univoco. Se si decide di passare da tre promozioni a due solo perché non si possono giocare i playoff, non è più un criterio univoco e ci sarebbero i presupposti per adire il giudice. Gli strascichi giudiziari ci saranno solo se le regole verranno applicate male".

Coronavirus, l'Inter: "Test medici tutti negativi"
Guarda il video
Coronavirus, l'Inter: "Test medici tutti negativi"

Attualmente il Frosinone è terzo in cadetteria: "Solo il Benevento merita la Serie A. E' un errore secondo me parlare di merito sportivo per le altre squadre con due punti di vantaggio. O salgono in A in tre oppure soltanto il Benevento e si fanno i playoff allargati. Far giocare la Serie A e non la B e la C non è la soluzione, visto che non è un'attività più necessaria delle altre due. Giochi solo chi garantisce la sicurezza. Non è un'eresia dire di mettere a disposizione delle società aiuti per applicare i protocolli. Potrei dare i campi alla Serie A in una sola condizione: essere in Serie A già".

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti