Serie B Palermo, Rajkovic: «Non possiamo permetterci passi falsi»

Il difensore: «Sono addolorato per quello che è successo a Chochev, lui non è soltanto un compagno di squadra ma anche un amico»
Serie B Palermo, Rajkovic: «Non possiamo permetterci passi falsi»© Getty Images
2 min

PALERMO - "Veniamo da tre risultati utili consecutivi e dobbiamo assolutamente continuare questa striscia positiva. Non possiamo permetterci passi falsi, distrazioni e soprattutto cali di concentrazione prima, durante e dopo ciascuna gara". Slobodan Rajkovic, difensore del Palermo, parla così in vista del prossimo match dei rosanero, contro il Cosenza: "Il Cosenza merita tutto il nostro rispetto, ha messo in difficoltà di recente sia il Brescia che il Pescara, dovremo dare il 101%. Restano ancora nove battaglie, certamente le prossime tre saranno importanti in quanto ravvicinate per via del turno infrasettimanale ma non saranno quelle decisive. Dobbiamo essere costanti e preparare una gara alla volta con grande attenzione e meticolosità. Mister Stellone è un serio professionista, io ho sempre avuto un ottimo rapporto con chi è stato leale con me. Rispetto e lealtà sono due valori per me fondamentali, nel mio lavoro così come nella vita".

CHOCHEV - "Sono addolorato per quello che è successo ad Ivaylo, lui non è soltanto un compagno di squadra ma anche un amico. So benissimo cosa si prova in questi momenti in cui è fondamentale l'affetto di chi ti vuole bene. Tutti noi lo sosterremo durante questo periodo e lo aspettiamo in campo".

LA DIFESA - "Miglior difesa? È una statistica positiva ma i numeri si guardano soltanto a fine stagione. Siamo consapevoli che possiamo e dobbiamo migliorare, è necessario restare lucidi su ogni azione, anche il minimo errore può costarci un gol e non possiamo permettercelo. Il passato mi ha forgiato come uomo e come professionista. Adesso la mia testa è concentrata soltanto sul presente, voglio e devo togliermi ancora tante soddisfazioni con questa maglia senza lasciare spazio ai rimpianti. I tifosi che ci hanno sostenuto nei momenti di difficoltà hanno un grande senso di appartenenza e meritano soltanto applausi. Vogliamo raggiungere l'obiettivo e gioire insieme a loro".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti