Pirlo alla Samp: "Cresciuto con il mito di Vialli e Mancini, sarà come allenare in Serie A"

Le parole dell'ex allenatore della Juventus nella conferenza stampa di presentazione con il club blucerchiato
3 min

Andrea Pirlo ha parlato nella prima conferenza stampa come allenatore della Sampdoria. L'ex tecnico della Juventus, reduce dall'esperienza in Turchia, guiderà il club blucerchiato nella prossima stagione in Serie B.

Pirlo: "Sono cresciuto con il mito della Sampdoria"

L'ex centrocampista si è presentato così ai suoi nuovi tifosi: "Devo ringraziare il presidente che mi ha dato questa grande opportunità. Allenare la Sampdoria è come allenare una squadra di Serie A. Ho scelto con il cuore, la nuova proprietà ha appena salvato una società storica. Sono cresciuto con il mito della Sampdoria dello scudetto di Vialli e Mancini, non vedo l'ora di iniziare. La mia prima partita da allenatore fu proprio contro la Samp di Ranieri".

Pirlo: "Ero partito ad altissimi livelli"

L'allenatore ha poi parlato così del suo percorso e dei prossimi obiettivi: "Quando ho iniziato a fare questo lavoro ho avuto la fortuna di partire da altissimi livelli. Sono andato in Turchia per ricominciare dal basso, ora sono molto più esperto e consapevole. Considero la Sampdoria come una grande squadra, anche se in Serie B c'è un progetto. Dobbiamo lottare al 100% perchè torni al massimo splendore. La Serie A senza passare dai playoff deve essere il nostro sogno".

"Sottovalutato alla Juve? Non guardo al passato"

Pirlo è tornato sulla sua esperienza in bianconero, chiusa con la conquista della Coppa Italia e della Supercoppa: "Lavoro sottovalutato? Non guardo al passato, quello che è stato mi aiuterà in futuro. Sono concentrato esclusivamente sui miei obiettivi con la Sampdoria".

"Quagliarella è un amico, sui portieri..."

Pirlo si è infine espresso sul futuro di Fabio Quagliarella: "Siamo amici, il nostro rapporto è buono fin dai tempi della Juve. Dipende da cosa deciderà la società, ora voglio solo pensare a lavorare giorno dopo giorno. Scelta tra Audero e Falcone? Adesso è troppo presto, da domani inizieremo a fare le prime valutazioni tecniche".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti