Corriere dello Sport

Talent scout

Vedi Tutte
Talent scout

Redmond, l'ala del Norwich si fa largo in Premier League

Redmond, l'ala del Norwich si fa largo in Premier League

Ventuno anni, titolare della nazionale inglese Under 21, è una delle sorprese di questa prima parte del campionato: quattro gol in undici presenze. E tra una settimana sfiderà il Chelsea a Stamford Bridge. Ha un contratto fino al 2017.

 Stefano Chioffi

venerdì 13 novembre 2015 21:29

ROMA - Carrow Road è lo stadio del Norwich City: quasi ventottomila posti, tribune e curve coperte, ristoranti, fast-food, negozi e un hotel. E’ la casa dei “Canaries” da ottant’anni, dal 1935, e prende il nome della strada dove è stato costruito. Ospita anche gli uffici del club gialloverde, tornato in Premier League lo scorso 25 maggio dopo lo spareggio a Wembley con il Middlesbrough. Carrow Road ha scoperto, da qualche mese, un nuovo idolo: Nathan Redmond è una delle sorprese di questa prima parte della stagione, è un’ala destra, ha ventuno anni, dribbling e magie sulla fascia, quattro gol (contro il Crystal Palace, il Sunderland, il West Ham e il Newcastle) più un assist in campionato, titolare nell’Inghilterra Under 21 di Gareth Southgate. Eleganza e velocità, sterza e s’infila in area, può giocare anche sul binario di sinistra: scatto, progressione, passaggi filtranti, salta spesso il terzino e regala la superiorità numerica. 

IL TRAGUARDO - Inventa e segna con regolarità, è stato uno dei protagonisti della promozione: cinque reti in Championship e altre due nei play-off. Redmond ha lasciato il suo timbro nella sfida decisiva con il Middlesbrough: sua la perla del definitivo 2-0. Un contributo determinante anche sotto il profilo degli assist: tredici. Ha le caratteristiche giuste per il 4-3-3 oppure per il 4-2-3-1. Svelto, agile, brillante, con i suoi cambi di marcia accende la manovra del Norwich, che ha conquistato dodici punti in dodici giornate. Quindicesimo posto in classifica, un gradino sopra rispetto al Chelsea. E alla ripresa della Premier, sabato 21 novembre, i gialloverdi affronteranno a Stamford Bridge proprio la squadra di Josè Mourinho, che ha un rapporto sempre più gelido con il presidente Roman Abramovich. 

LA STORIA - Redmond è il gioiello del Norwich per età e prospettive di crescita. E’ alto un metro e 73, è nato a Birmingham il 6 marzo del 1994 e aveva già giocato in Premier League con il Norwich nella stagione 2013-14, conclusa però con la retrocessione. Redmond è un’ala classica, somiglia ad Ashley Young, esterno del Manchester United. Ha esordito in Premier il 17 agosto del 2013 contro l’Everton (2-2), il tecnico era l’irlandese Chris Hughton, che è stato ingaggiato nel frattempo dal Brighton & Hove Albion. Trentaquattro presenze e un gol al Southampton nella sua prima stagione in Premier. 

IL CONTRATTO - Ora sulla panchina del Norwich (due Coppe di Lega in bacheca, nel 1962 e nel 1985) c’è lo scozzese Alex Neil, trentaquattro anni, il più giovane allenatore della Premier. Neil ha firmato la promozione e adesso si è preso l’impegno di centrare la salvezza. Redmond ha giocato finora undici partite. Viene studiato in vista del mercato di gennaio dal Tottenham e dal West Ham. E’ una delle rivelazioni di questa fase iniziale del campionato. Ha un contratto fino al 30 giugno del 2017. Nel Norwich indossa la maglia numero ventidue, mentre nell’Under 21 gioca quasi sempre con l’11. 

CALCIO E RELIGIONE - Nel suo profilo Twitter, come sfondo, ha scelto un disegno che lo raffigura mentre festeggia un gol nel Norwich. Viene seguito da 83.200 utenti. E’ molto religioso, per presentarsi ai suoi follower su Twitter ha citato una frase di Khalil Gibran, poeta e filosofo libanese: «La fede è conoscenza del cuore e oltrepassa il potere della dimostrazione» («Faith is a knowledge within the heart beyond the reach of proof»). Ha cominciato la carriera nel settore giovanile del Birmingham. L’esordio risale al 26 agosto del 2010, in Coppa di Lega: l’allenatore scozzese Alex McLeish lo mandò in campo contro il Rochdale a sedici anni e 173 giorni, il secondo baby più giovane nella storia del Birmingham dopo l’attaccante Trevor Francis, che ha giocato per cinque anni anche in Italia, tra il 1982 e il 1987, nella Sampdoria e nell’Atalanta. Redmond ha fatto nel 2011 una breve esperienza in prestito al Burton Albion (League Two). Il Norwich lo ha acquistato il 4 luglio del 2013 in cambio di due milioni e trecentomila euro.

Per Approfondire

Commenti