Phillips, l’Inghilterra ringrazia Bielsa

Nel 2020 giocava in Championship, ora è titolare nella nazionale di Southgate e costa trenta milioni: mediano, 25 anni, suo l’assist per il gol di Sterling contro la Croazia
Phillips, l’Inghilterra ringrazia Bielsa© Getty Images
Stefano Chioffi

L’8 giugno si è svegliato nella sua casa di Leeds, si è presentato nel centro sportivo Thorp Arch, nella campagna di Wetherby, si è infilato la tuta e ha allenato la squadra Under 11. Due ore per raccontare il suo calcio, per trasmettere la sua passione, a un gruppo di venti bambini, tutti schierati in circolo intorno a Marcelo Bielsa, che si prepara a cominciare la sua quarta stagione da manager dei “Peacocks”. Il Leeds, nel 2018, giocava in Championship (serie B inglese) e aveva una rosa che valeva meno di novanta milioni. Nel 2020 è tornato in Premier dopo un’attesa di sedici anni, è arrivato nono in classifica, ha battuto anche il Manchester City e ora ha un gruppo di giocatori che viene valutato 219 milioni.

Kalvin Phillips ora costa 30 milioni

Il simbolo di questa rinascita è Kalvin Phillips, mediano, classe 1995, diventato titolare dell’Inghilterra all’Europeo: dinamismo, tiro da fuori, tanti palloni recuperati. Ora costa trenta milioni ed è riuscito a dare un indirizzo diverso alla sua carriera dopo aver conosciuto Bielsa, che lo ha aiutato a distribuire energie e risorse, senza smarrire mai il filo del gioco. Ha cambiato anche alimentazione: stop ai fast-food, ai panini con il ketchup e alle patatine fritte. E’ stato uno dei migliori nella sfida con la Croazia, suo l’assist per il gol della vittoria firmato da Sterling (1-0). Il ct Gareth Southgate lo preferisce a Jordan Henderson, uno dei segreti del Liverpool che aveva vinto nel 2020 la Premier. Viene schierato accanto a Rice, nel 4-2-3-1, dietro la batteria di fantasisti formata da Foden, Mount e Sterling.

L'Inghilterra parte forte con Sterling: Croazia ko a Wembley
Guarda la gallery
L'Inghilterra parte forte con Sterling: Croazia ko a Wembley

Phillips in Nazionale: era dal 2004 che un calciatore del Leeds non veniva convocato per un appuntamento internazionale

Era dal 2004, dai tempi del centrocampista Alan Smith, che un giocatore del Leeds non veniva convocato da un ct inglese per un grande appuntamento internazionale. Phillips ha un contratto fino al 2024, il Liverpool ha effettuato un sondaggio dopo aver perso Wijnaldum, che si è svincolato e ha firmato con il Paris Saint Germain. Bielsa ha strappato una promessa ai dirigenti del Leeds: Phillips non sarà ceduto, nella prossima stagione proveranno insieme a lottare per un posto in Europa League. Phillips è ritmo e potenza, logica e intensità: un metro e 78, personalità, forza nei contrasti, papà giamaicano e mamma irlandese. Tifoso del Leeds, la squadra della città in cui è nato il 2 dicembre del 1995. Ventinove partite e un gol al West Bromwich Albion nello scorso campionato, fino alla mail della federazione per la convocazione all’Europeo. Tutto merito di Marcelo Bielsa.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti