Aebischer, il Bologna prepara il contratto

Mediano o mezzala, 25 anni, svizzero, ha vinto quattro campionati e una coppa con lo Young Boys. Sembrava vicino il Cagliari, ma ora il club di Mihajlovic è a un passo dalla chiusura della trattativa
Aebischer, il Bologna prepara il contratto© EPA
Stefano Chioffi

Mihajlovic ha aiutato il Bologna a cambiare tenore di vita: buoni risultati, un calcio divertente, tanti giovani valorizzati (da Tomiyasu a Svanberg), senza mai chiedere la luna sul mercato. Ma ora, in questo gennaio condizionato dagli infortuni e dalle assenze per il Covid, spera che il presidente Saputo abbia preso coscienza dei problemi emersi a centrocampo: Dominguez sarà operato alla spalla dopo la gara di stasera a Verona e mancherà per tre mesi, mentre Schouten è fuori dal 23 ottobre e ha giocato finora solo 115 minuti in campionato. Serve un mediano, Sinisa non ha ricambi. E la soluzione può arrivare presto dalla Svizzera, dallo Young Boys, disposto a definire la cessione di Michel Aebischer.

Sorpasso sul Cagliari

Un inserimento improvviso, una mossa a sorpresa, perché il Cagliari era arrivato con largo anticipo su questo ragazzo di venticinque anni, convocato in nazionale dal ct Murat Yakin, dopo che il predecessore Petkovic lo aveva lasciato a casa per l’Europeo. Aebischer è stato schierato titolare nella sfida d’andata a Berna con l’Italia: 0-0, rigore sbagliato da Jorginho (proprio come sarebbe poi capitato anche nel match di ritorno a Roma) e primo posto nel girone soffiato a Mancini, costretto a disputare alla fine di marzo gli spareggi per il Mondiale con la Macedonia e - in caso di vittoria - contro il Portogallo e la Turchia.

La trattativa

Aebischer ha contribuito a complicare il cammino degli azzurri verso il Qatar e ora è in corsa per traslocare nel nostro Paese. Il Bologna sta limando l’accordo con lo Young Boys: prestito da 500.000 euro per sei mesi e riscatto obbligatorio fissato a tre milioni e mezzo. Aebischer è un jolly: centrale o mezzala, un metro e 83, è un destro e ha un contratto fino al 2023. Passo lungo, intensità, dinamismo, ritmo, generosità. E’ arrivato allo Young Boys quando aveva sedici anni, ha vinto quattro titoli e una coppa. E’ nato nel Canton Friburgo il 6 gennaio del 1997. Due gol e quattro assist nella Super League svizzera in questa stagione. Sei presenze in Champions: è stato protagonista nella gara di ritorno con l’Atalanta, quando ha giocato con la fascia di capitano al braccio e costruito i gol di Siebatcheu e Hefti (appena preso dal Genoa). Un pareggio per 3-3 che ha mandato fuori pista Gasperini nella corsa agli ottavi. L’idea di sposare il Bologna gli piace. Il contratto è sul tavolo.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti