Politano si è preso l'Italia: "Tanta concorrenza, felice di esserci"

Escluso in extremis dall'Europeo, l'esterno del Napoli è stato schierato da Mancini tra i titolari in Nations League contro Germania e Ungheria: "In Nazionale ci sono tanti giocatori forti, ma io cerco di dare il massimo per farne parte"
Politano si è preso l'Italia: "Tanta concorrenza, felice di esserci"© Getty Images
2 min

CESENA - C'è un nuovo 'titolare' nell'Italia di Roberto Mancini, che nel suo nuovo corso sembra puntare deciso su Matteo Politano. Escluso in extremis dall'Europeo poi vinto dagli azzurri, il 28enne esterno del Napoli (cresciuto nella Roma) è stato infatti schierato dal primo minuto nelle prime due gare della Nations League contro Germania e Ungheria. "Sapevo allora di partire dietro ad altri giocatori - ha detto Politano - e in Nazionale ce ne sono tanti forti. Io però cerco sempre di dare il massimo e fare del mio meglio per esserci".

Il gol negato dalla traversa

Un'ottima prova quella dell'azzurro, che nel 2-1 rifilato ai magiari sul prato del 'Manuzzi' di Cesena ha colpito anche una traversa: "Sono contento di come è andata partita. Non era facile, perché avevamo giocato tre giorni prima e perché l'Ungheria gioca al calcio e anche quando partiva da dietro non buttava mai il pallone. All'inizio dovevamo prendere un po' le misure, poi il gran gol di Barella ha sbloccato la partita e ci siamo sciolti, anche se potevamo anche segnare di più". Ottima infine la sintonia con i 'colleghi' della 'catena' di destra: "Mi piace partire largo con piedi sulla linea laterale per rientrare e ho provato a dialogare con Calabria e Barella. Ci siamo mossi beni senza palla - ha concluso Politano - e questo oggi era importante".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti