Caso Wolff, la Mercedes non ci sta: "E' stato coinvolto ingiustamente"

Dopo l'apertura dell'indagine da parte della FIA, la squadra tedesca difende il proprio team principal
Caso Wolff, la Mercedes non ci sta: "E' stato coinvolto ingiustamente"© Getty Images
2 min

ROMA - La Formula 1 è ferma dopo la fine della stagione con il Gran Premio di Abu Dhabi, ma la cronaca relativa al principale circus automobilistico del mondo non si ferma. La clamorosa notizia relativa all'apertura di un'indagine su Toto Wolff da parte della FIA ha spiazzato tutti e ora sono necessarie delle riflessioni in merito. Ad ogni modo il team principal della Mercedes è stato prontamente difeso dalla sua scuderia: Prendiamo atto della dichiarazione generica diffusa dalla FIA, che risponde alle accuse informali di un singolo media e del briefing ufficioso che ha legato tutto questo al team principal della Mercedes-AMG F1. Il team non ha ricevuto alcuna comunicazione dal Dipartimento di Conformità della FIA su questo argomento ed è stato molto sorprendente apprendere dell’indagine attraverso una dichiarazione rilasciata ai media".

Mercedes: "Respingiamo le accuse"

"Respingiamo totalmente le accuse mosse nel comunicato e la relativa copertura mediatica, che coinvolge ingiustamente l’integrità del nostro team principal. Com’è ovvio, invitiamo il Dipartimento di Conformità della FIA a rispondere in modo completo, rapido e trasparente in merito a questa indagine e ai suoi contenuti”. Così ha concluso la Mercedes nella sua nota diffusa subito dopo aver appreso dai media dell'apertura di un'indagine della FIA su Toto Wolff per un potenziale conflitto di interessi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti