MotoGp, Miller: "Ritornerò in Australia a fine anno, ma con i social è più facile"

Il pilota della Ducati parla della distanza da casa, colmata da videochiamate e quant'altro.
MotoGp, Miller: "Ritornerò in Australia a fine anno, ma con i social è più facile"© Getty Images
TagsmillerMotogp

ROMA - Non tutto è rose e fiori nella vita di un'atleta. Lo sa bene Jack Miller che soprattutto in tempi di Covid non ha avuto numerose occasioni per riabbracciare la propria famiglia. Dopo il Gran Premio di Jerez vinto proprio dall'australiano, quest'ultimo ha subito chiamato i genitori Peter e Sonya, non preoccupandosi del fuso orario: “Ero sicuro che fossero ancora completamente svegli. Non sarebbero riusciti ad addormentarsi. Ho lasciato l’Australia il giorno del mio compleanno. La rivedrò alla fine dell’anno, quando avrò finito qui e avrò scontato la quarantena. È certamente più facile adesso di quanto non lo fosse un tempo, grazie ai social e a tutte le schifezze", le sue parole. 

Le parole di Miller

Miller, ad inizio 2021, si è dovuto spostare prima rispetto alle precedenti stagioni, essendo passato alla Ducati ufficiale assieme a Francesco Bagnaia: "Quest’anno, come pilota ufficiale, ho naturalmente più obblighi, quindi sono dovuto andare in Europa a gennaio invece che a febbraio - rivela come riportato da Speedweek -. Quindi ho avuto un po’ meno tempo: ho passato 19 giorni in quarantena e 28 fuori. Quindi è stata una fantastica estate in Australia. E sono felice quando posso tornare indietro”.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti