MotoGp, Bradl furioso con Honda: "Mi sono ustionato, è inaccettabile"

Il tedesco conclude 16esimo al Sachsenring: "Mi sono sentito stupido a guidare così"
MotoGp, Bradl furioso con Honda: "Mi sono ustionato, è inaccettabile"© EPA
2 min
TagsMotogphondaBradl

ROMA - "Non riuscivo a frenare perché la leva si scaldava molto e non riuscivo a controllare la moto. Così mi sono bruciato le dita. Con tante curve a sinistra, la mano destra praticamente non aveva aria. Dopo dieci giri anche il piede si è ustionato". Queste le parole con cui Stefan Bradl, collaudatore Honda che sostituisce momentaneamente Marc Marquez in MotoGp, inizia il proprio sfogo dopo il Gran Premio di Germania. "Di gare calde ne ho vissute tante, ma non so come e perché sia riuscito a finire questa tappa".

Le parole di Bradl

Per il tedesco la gara al Sachsenring rappresentava il Gp di casa, aspetto che rende ancor più bruciante la delusione di domenica "Il gap dal penultimo - dice Bradl - era più di 21 secondi. Mi sono sentito stupido. La Honda non è stata in grado di sviluppare una carena che permetta ai piloti di sopravvivere con il caldo. Il messaggio mando è che è inaccettabile: non può essere così. La Honda è inguidabile con queste temperature e ci serve una soluzione al più presto". Una spina in più per l'Ala Dorata, che domenica ha fatto segnare un record negativo, chiudendo il Gp con zero punti tra i quattro piloti.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti