24 Ore di Le Mans, Ford torna a vincere 50 anni dopo

L’Ovale Blu è tornato e ha vinto nella categoria GTE Pro, battendo la Ferrari 488 GTE di Fisichella
Pasquale Di Santillo
LE MANS (FRANCIA) - Volevano vincere hanno vinto. Come 50 anni fa, anche se non proprio come 50 anni fa. Nel senso che l’arrivo in parata, con le tre macchine insieme sul traguardo, come in quel giugno del 1966 quando Ford vinse la sua prima Le Mans per fare un sgarbo a Enzo Ferrari, è saltato. Ma l’Ovale Blu è tornato e ha vinto nella categoria GTE Pro. Quello contava, quello volevano tutti gli eredi della dinastia Ford arrivati compatti dall’America, qui a Le Mans, quando hanno detto sì al cospicuo investimento (oltre 100 milioni di dollari)  fatto per riportare Ford al centro anche della competizione sportiva, con la gamma Performance.
 
E poco importa se c’è voluto un errore di Toni Vilander alla guida della Ferrari 488 GTE che allo scoccare della 21 ora di gara con un testacoda ha definitivamente lanciato la Ford GT verso il trionfo tanto atteso e cercato. Al netto di alcune concessioni ottenute da Ford per un ritorno così “pesante”, e della polemica sul BOP (Balance Of Performnce), che non si può cambiare tra qualifiche e gara. Il risultato finale, è stato comunque un duello avvincente dove il derby tra team statunitensi, il Ford Team Ganassi Usa e il Risi Competizione, ha tenuto tutti col fiato sospeso fino a poche ore dal termine, con continui capovolgimenti.
 
E dove il talento dell”esperto” Giancarlo Fisichella e dei suoi degni compagni di avventura, lo stesso Vilander e di Matteo Malucelli per poco non rovinavano la festa ai sogni della Ford GT n.68 guidata dal trio Bourdais-Muller-Hand. 

Commenti