Mercato

Vedi Tutte
Mercato

Scandalo Volkswagen, ecco i modelli sotto tiro

Scandalo Volkswagen, ecco i modelli sotto tiro

Il motore 2.0 TDI è installato su modelli di altri marchi del Gruppo Volkswagen: ma Wolfsburg assicura "In Europa è tutto a norma di legge". 

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

mercoledì 23 settembre 2015 11:46

Nel marasma che da giorni sta coinvolgendo il Gruppo Volkswagen non è facile fare chiarezza, ma proviamoci. E non a caso utilizziamo l’etichetta Gruppo, perché non è solo il marchio di Wolfsburg ad essere interessato nel cosiddetto Dieselgate, ma le auto del Gruppo, appunto, che montano il motore diesel 2.0 TDI. Negli USA sono Golf, Jetta, Beetle, Passat e Audi A3. In Europa, ammesso e non concesso che i problemi si ripercuotano anche nel nostro continente, i modelli coinvolti potrebbero riguardare il marchio Volkswagen, così come Audi, Seat e Skoda. I motori 2.0 TDI, in diverse versioni, equipaggiano infatti i seguenti modelli:

Dieselgate, lo scandalo si allarga e l'Europa trema


AUDI
A3, A4, A5, A6, TT, Q3, Q5


SEAT
Leon, Alhambra


SKODA 
Octavia, Superb


VOLKSWAGEN
Golf, Maggiolino, Passat, Touran, Sharan, Tiguan

Detto ciò è utile sottolineare che le eventuali modifiche apportare alla centralina dei propulsori non hanno ripercussioni sulla sicurezza del veicolo, ma (e nel momento si riferisce solo al mercato americano) sulle emissioni di ossidi di azoto che durante le prove al banco risultavano inferiori a quelle poi rilevate dall’EPA nei test su strada. Volkswagen, nell’unico comunicato ufficiale diffuso dopo il caso ha comunque precisato che “i nuovi veicoli del Gruppo attualmente disponibili nell’Unione Europea con motori Euro6 sono conformi ai requisiti di legge e agli standard ambientali”

Per Approfondire

Commenti