Anche in Europa l’elettrico si vende poco

Il mercato europeo dell'auto è in calo, in particolar modo sull'elettrico. E questo ritarda di molto l'abbattimento delle emisisoni di anidride carbonica.
Anche in Europa l’elettrico si vende poco
2 min
Massimo Ghenzer

Il mercato dell’auto in Europa nei primi otto mesi dell’anno è in netto calo rispetto al 2021 di per se’ già tra i valori più bassi degli ultimi anni. Nei cinque Paesi principali si è registrato un leggero miglioramento in agosto, dopo un luglio sempre negativo (intorno a - 10,6% rispetto al 2021). In agosto 2022 siamo a +3,4% rispetto all’anno prima. Il dato numerico che preoccupa è il consuntivo da gennaio: circa un milione di vetture in meno (7.221.379 quest’anno, contro le 8.188.966 del 2021).

Siamo tornati molti anni in dietro in Europa. La Germania che è sempre stato il Paese locomotiva , ora vende poco più di quanto vendeva il mercato italiano negli anni d’oro. L’andamento negativo generale è una pessima notizia per le emissioni di CO2 che passa per la maggiore quota di vendita delle vetture elettrificate ma soprattutto con un un rapido ricambio del vecchio parco circolante. E se nei primi otto mesi manca all’appello un milione di nuove vetture , significa che rimangono in circolazione in Europa altrettanti veicoli più inquinanti.

Peraltro le elettriche si vendono a due velocità - ben sopra il 10% in Germania, Francia e UK, ma ben sotto il 5% in Spagna e Itali e così faticano ad aumentare nel 2022. Un’altra pessima notizia per l’aria pulita del Continente. Anche in Europa come in Italia si avverte la necessità di mettersi seduti e fare il punto della situazione ed elaborare una strategia sostenibile per vendere di più, meglio le vetture elettrificate. Per il momento anche in Europa si va in ordine sparso. Qualcuno cita gli esempi virtuosi dei Paesi scandinavi e dell’Olanda, ma queste non sono situazione replicabili facilmente in Europa Centrale, del Sud e UK. In Europa il prezzo delle elettriche è elevato e scoraggia un acquisto di massa. Là dove sono stati introdotti degli incentivi sostanziosi la vendite di vetture elettriche è cresciuta, ma appena gli incentivi sono diminuiti o tolti, di nuovo il calo. In definitiva anche in Europa per il momento non si è elaborata una strategia sostenibile per arrivare al tutto elettrico nel 2035.


Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti