Per l’elettrico servono incentivi e metodo Tesla

Tesla è un esempio da studiare e da seguire
Per l’elettrico servono incentivi e metodo Tesla© EPA
2 min
Massimo Ghenzer

In questi giorni sono state pubblicate le vendite del mercato europeo, incluso Islanda, Norvegia, Svizzera e UK, relative ai primi 10 mesi dell’anno. Si è venduto il 16,7% più dello scorso anno ma il 19,6% meno del 2019. Tutti i principali mercati sono in crescita e l’Italia è fra questi. La struttura delle alimentazioni vede in testa le vetture a benzina, seguite dalle ibride, dalle elettriche, dalle Diesel e dalle plug-in. Le elettriche sono aumentate molto rispetto allo scorso anno, ma per il momento non decollano come si vorrebbe. Manca sempre qualcosa per incontrare i desiderata del consumatore europeo. Solo i Paesi dove lo stimolo degli incentivi all’acquisto è presente in forma sostanziosa decollano nelle vendite, ovviamente con una rete di ricarica veloce, diffusa ed efficiente nella erogazione e nei costi.

Un esempio di quanto gli incentivi siano importanti per l’elettrico lo si è visto in Germania dove senza incentivi per le persone giuridiche c’è stato un crollo delle vendite. L’Europa poi è chiaramente a due velocità per l’elettrico, Nord e Sud del Continente. Il Nord oltre il 15%, il Sud intorno al 5%. Problema enorme che deve trovare una soluzione. Certo che l’offerta di vetture elettriche a prezzi compatibili alle disponibilità economiche delle classi medie, deve essere arricchita da una pluralità di modelli che consentano una scelta giusta e di soddisfazione. Al di là del lancio dei modelli a prezzi accessibili, un fenomeno da studiare e da prendere come esempio è la Tesla. In Europa nei primi dieci mesi ha raddoppiato le vendite rispetto al 2022 e la Tesla Y è la vettura più venduta in Europa, 212.517 unità , contro 197.482 unità della Dacia Sandero, secondo Data Force. La Sandero in ottobre è risultata prima ma la Tesla Y mantiene il primato nei dieci mesi cumulati. Tesla ha diminuito i prezzi e non dipende solo da questo il suo successo, non oltre che europeo, anche mondiale. Tesla ha sviluppato un Brand con processi di produzione e vendita unici, gestiti da una nuova classe di manager, che le Case tradizionali hanno difficoltà a realizzare. La Renault di de Meo con il lancio di Ampère, azienda creata per gestire soltanto vetture elettriche, è sulla buona strada per stabilire “affinità” con il cliente dell’elettrico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti