Mercato: le auto più vendute sono le meno care

Gli italiani sono pronti a comperare vetture di brand meno tradizionali che garantiscano prezzo contenuto e gestione economica
Mercato: le auto più vendute sono le meno care© EPA
2 min

Il mercato auto è aumentato anche a novembre rispetto allo scorso anno. Negli undici mesi si sono vendute 1.445.271 di auto, il 20,1% in più dello scorso anno ma il 18,1% in meno del periodo pre-Covid. Le vetture a combustione interna in Italia se ne vendono ancora molte tra benzina, Diesel e GPL,il 55,7% del totale. Le ibride pesanti sono l’11,4% e le leggere il 26,5%. Le vetture elettriche sono in crescita nel mese e rappresentano il 4,1% del totale nel cumulato degli undici mesi. Le ibride con la spina sono in diminuzione e negli undici mesi sono il 4,1% del totale. Fenomeno che ha ripreso con l’aumento delle forniture è quello delle auto immatricolazioni che negli undici mesi sfiorano le 150.000 unità. In definitiva, il mercato tra mille problemi e incertezze sta tornando a essere principalmente un mercato di offerta. Se prendiamo le 10 vetture più vendute, in linea con le ultime ricerche, troviamo tutti modelli al di sotto di 30.000 euro .

Oltre ai brand tradizionali e consolidati, continua a crescere la Dacia con le sue vetture GPL, che vende molto anche in Europa. Anche il Marchio cinese MG cresce molto, tre volte rispetto allo scorso anno. Interessante è la lettura del mercato delle vetture elettriche. Differente da quello endotermico , nel mercato dell’elettrico le vetture più vendute sono quelle più care. Insieme la Tesla Y e la Tesla Model 3 rappresentano il 25,1% delle BEV vendute negli undici mesi. Le altre elettriche vendute sono la Smart, la FIAT 500 e la MG4 che costano meno di 30.000 € con gli incentivi. Il messaggio che viene dal mercato è come al solito chiaro e inequivocabile.

Le vetture più vendute sono quelle meno care e con i costi di gestione contenuti. Gli italiani puntano sempre allo stile gradevole e al brand conosciuto, ma sono pronti a comperare vetture di brand meno tradizionali che garantiscano, oltre allo stile, il prezzo contenuto e la gestione economica. Anche la DR e la EVO hanno interpretato e intercettato questa domanda di mercato negli ultimi anni. Rimane da risolvere il cambio di velocità negli acquisti di automobili per ritornare ai due milioni di auto vendute all’anno, rinnovare il parco e ridurre il livello di CO2 totale. Le istituzioni devono intervenire per realizzare questo obiettivo


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti