BMW M2 CS Racing, safety car speciale per la MotoGP 2022

Per celebrare il 50° anniversario delle BMW M, a guidare la flotta delle vetture in pista ci sarà l'auto da corsa con livrea celebrativa: appuntamento il 6 marzo in Qatar
BMW M2 CS Racing, safety car speciale per la MotoGP 2022
3 min
TagsBMW M2 CS Racing Safety CarBMW MMotogp

Il 6 marzo riparte una nuova stagione di MotoGP. Appuntamento fissato col Gran Premio del Qatar, ma c’è un “ospite” speciale. Dopo il rinnovo di BMW come auto ufficiale, arriva l’annuncio che omaggia il 50° anniversario delle BMW M: a guidare la flotta delle vetture in pista ci sarà la BMW M2 CS Racing MotoGP™ Safety Car, la prima auto da corsa che diventa protagonista in mezzo alle moto.

BMW M2 CS Racing MotoGP Safety Car
Guarda la gallery
BMW M2 CS Racing MotoGP Safety Car

Livrea celebrativa

La BMW M2 CS Racing è stata quindi appositamente ritoccata, aggiungendo barre luminose e luci anteriori e dotandola di una livrea speciale, che celebra appunto l’importante anniversario. “M sta per Motorsport, qualcosa che stiamo sottolineando con la nuova BMW M2 CS Racing MotoGP™ Safety Car. BMW M GmbH combina automobili di produzione ad alte prestazioni e motorsport sotto lo stesso tetto. È per questo motivo che abbiamo selezionato un'auto da corsa della nostra gamma BMW M Motorsport per essere la nuova Safety Car della MotoGP™, una scelta appropriata per celebrare il 50° anniversario. La BMW M2 CS Racing ha avuto successo in una vasta gamma di campionati e, come auto da corsa di razza, è perfettamente adatta a guidare le Safety Car nella massima espressione delle corse motociclistiche”, ha dichiarato Franciscus van Meel, amministratore delegato di BMW M GmbH.

Fino a 450 CV

L’auto di punta delle safety car è spinta da un biturbo a sei cilindri in linea da 3,0 litri che (a seconda della versione) può erogare fino a 450 CV. In dotazione sull’auto da corsa, ci sono poi tutta una serie di “aiuti alla guida” studiati per il motorsport: dall’ABS al DSC, passando per un differenziale meccanico a slittamento limitato con precarico e raffreddamento separato, oltre ad alberi di trasmissione realizzati ad hoc e un tetto in carbonio. “BMW M è nostro partner dal 1999 e, nel corso di questa collaborazione a lungo termine, ci ha sempre entusiasmati con nuove selezioni - ha detto Carmelo Ezpeleta, amministratore delegato di MotoGP™ -. Con una Safety Car basata su una vera auto da corsa, BMW M sta ancora una volta stabilendo nuovi parametri di riferimento anche quest'anno. La BMW M2 CS Racing MotoGP™ Safety Car dimostra quanto BMW M sia profondamente radicata nel motorsport. È anche un'ulteriore prova di quanto intensamente BMW M GmbH metta in gioco la sua passione per il motorsport nella nostra collaborazione”.

BMW XM, la rivoluzione è firmata M Motorsport

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti