Corriere dello Sport

Vintage car and bike

Vedi Tutte
Vintage car and bike

Coppa Oro delle Dolomiti, vince una FIat del '32

Coppa Oro delle Dolomiti, vince una FIat del '32

Si è conclusa l'edizione dei 70 anni della "Mille miglia delle Dolomiti". Presidente Aci: "I collezionisti vanno tutelati, non vessati"

Sullo stesso argomento

 F.C.

lunedì 24 luglio 2017 11:26

ROMA - Andrea Belometti e Doriano Vavassori su Fiat 508 Spider Sport del 1932 si sono aggiudicati la Coppa d'Oro delle Dolomiti 2017. Secondo posto per Gianmaria Aghem e Rossella Conti su Bmw 328 Roadster  del 1938 e da Alessandro Gamberini e Arturo Cavalli su Fiat 508 C del 1937. Passo Falzarego e Passo Pordoi nella prima giornata e Passo Giau,  Fedaia, Sella, Gardena , Passo Furcia e Passo Tre Croci nella seconda giornata hanno sicuramente regalato suggestione e richiesto molto impegno agli equipaggi in gara.

“Sono stati due giorni intensi e bellissimi - ha dichiarato Belometti - le prove in programma non erano affatto banali ed erano da interpretare in modo attento. Io fortunatamente le ho affrontate bene sin dall'inizio. E'giusto anche parlare dell'auto che essendo piccola e molto agile è particolarmente adatta a questa disciplina. C'è poco da aggiungere sulla meraviglia dello scenario delle Dolomiti, l'accoglienza che abbiamo trovato lungo le strade è stata molto calda e l'organizzazione è stata ottima". 

La conclusione dell’evento è l’occasione per il presidente del comitato organizzatore, Alessandro Casali, di fare un bilancio di questa edizione: “la 70° edizione della  Coppa d’Oro delle Dolomiti è stata un'edizione da guinness. Erano presenti in gara sette pezzi unici al mondo e oltre trenta macchine dell'anteguerra. Si chiude questa edizionecon la speranza, nel 2018, di continuare a toccare "le vette" più alte".

Al termine della gara il Presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani ha dichiarato : “Si è festeggiata nel modo giusto la ricorrenza dei 70 anni della Coppa d'Oro delle Dolomiti con auto meravigliose e con Cortina d'Ampezzo che si è presentata nel modo migliore. C’è stata la volontà di ricordare la storia di questo evento. Le strade mozzafiato dove si è svolta la gara e le splendide auto che si sono date battaglia hanno contribuito a celebrare al meglio questa ricorrenza dei 70 anni . Noi - ha aggiunto il Presidente Sticchi Damiani parlando poi di ACI Storico - siamo vicini a tutti i collezionisti e vogliamo che non siano vessati ma al contrario che siano aiutati e tutelati. Noi non chiediamo tasse di iscrizione salvo per chi voglia registrare l'auto al registro di ACI Storico. A disposizione di tutti i collezionisti e' inoltre presente una grande Biblioteca consultabile anche online".

 

Articoli correlati

Commenti