Olimpiadi, la cerimonia di chiusura: Rio de Janeiro saluta il mondo

Festa degli atleti tra selfie, canti e balli nonostante il nubifragio, la bandiera italiana affidata al beacher Daniele Lupo. Il testimone passa a Tokyo 2020, che ha organizzato una parte dello spettacolo
Olimpiadi, la cerimonia di chiusura: Rio de Janeiro saluta il mondo© EPA
TagsRio 2016

ROMA - Il testimone passa a Tokyo, la città che ospiterà le Olimpiadi del 2020. Cala il sipario sui Giochi di Rio de Janeiro, i primi sudamericani, con una cerimonia di chiusura bagnata da un nubifragio che ne ha messo a rischio lo svolgimento fino a poche ore dall'inizio. Questa edizione sarà ricordata come quella dei record di vittorie di Michael Phelps, Simone Biles e Usain Bolt, ma anche quella delle polemiche e della minaccia del terrorismo. Prima dell'ingresso delle 207 bandiere dei Paesi presenti a questa edizione, la celebrazione ha ricordato l'aviatore Alberto Santos Dumont, il primo a volare secondo i brasiliani. Poi l'ingresso nello stadio dei protagonisti delle Olimpiadi, gli atleti. A portare la bandiera italiana c'era Daniele Lupo, il beacher medaglia d'argento in coppia con Paolo Nicolai. È una sfilata festosa, tra selfie, canti e balli. Pesano le assenze del presidente ad interim della Repubblica, Michel Temer, e di Pelè, costretto a rinunciare per motivi di salute.

Rio 2016, le foto più belle della cerimonia di chiusura
Guarda la gallery
Rio 2016, le foto più belle della cerimonia di chiusura

GRAZIE RIO, CIAO TOKYO - La cerimonia di chiusura è anche il tradizionale momento del passaggio di consegne tra la città che ha ospitato i Giochi e quella che li ospiterà tra quattro anni. Nel 2020 sarà il turno di Tokyo, metropoli che è già entrata nell'atmosfera olimpica organizzando una parte dello spettacolo.

MALAGO': ITALIA A TESTA ALTA

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti