Schwazer, addio Tokyo 2020: il tribunale svizzero dice no

Respinto il ricorso presentato dal marciatore altoatesino: "Non c'è nessun tipo di rabbia o frustrazione da parte mia"
Schwazer, addio Tokyo 2020: il tribunale svizzero dice no© LaPresse
2 min
TagsSchwazerTokyo 2020

Ancora una delusione per Alex Schwazer. L’atleta azzurro non parteciperà alle prossime Olimpiadi di Tokyo: negata dal tribunale federale svizzero la sospensione della squalifica di otto anni che gli avrebbe permesso di tentare la qualificazione per i Giochi. Secondo quanto si legge nella sentenza datata 11 maggio e firmata dal giudice Kiss "di regola e per costante prassi nelle controversie come quelle in esame l'effetto sospensivo o altre misure cautelari entrano in considerazione soltanto se, sulla base di un esame sommario dell'incarto, il rimedio di diritto pare molto verosimilmente fondato" mentre "nel caso concreto tale presupposto non è adempiuto".

Ricorso respinto anche dal TAS

Schwazer: "Non ho rimpianti. Ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto"

"Non c'è nessun tipo di rabbia o frustrazione da parte mia sulla decisione del tribunale svizzero che non mi ha concesso la sospensione temporanea della mia squalifica". In una dichiarazione data all'ANSA attraverso la sua manager Giulia Mancini, Alex Schwazer racconta il suo stato d'animo. "Avevamo solo questa possibilità visti tempi stretti e non ho nessun tipo di rimpianto. Dopo l'assoluzione a livello penale ho dato tutto quello che potevo dare in allenamento negli ultimi mesi, pur sapendo che sarebbe stato difficile che venisse sospesa la mia squalifica. Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto" conclude il marciatore. 

L’amarezza del legale di Schwazer

"È davvero un peccato perché Alex era in una forma eccellente", commenta il suo legale Gerhard Brandstaetter. "Alex ormai ha 36 anni e in questi anni si è fatto le ossa. Si è definitivamente reso conto che esiste un mondo chiuso che è compatto contro di lui". Brandstaetter si è detto amareggiato da Tas, Wada e World Atletics che "dovrebbero essere super partes".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti