Milano-Cortina, associazioni al governo: "Ambiente a rischio"

Otto organizzazioni di protezione ambientale hanno espresso una "forte preoccupazione per il grave impatto ambientale" provocato dalle opere per le Olimpiadi
Milano-Cortina, associazioni al governo: "Ambiente a rischio"
2 min
TagsMilano-Cortina 2026

Con le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 "l'ambiente è a rischio". Otto associazioni di protezione ambientale - Club alpino italiano, Pro Natura, Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Mountain Wilderness Italia, Touring club italiano e Wwf - esprimono "forte preoccupazione" per il "grave impatto ambientale" che rischia di essere provocato dalle opere previste per i Giochi. Timori "aggravati sia dall'assenza di informazioni sulle modalità di progettazione e di realizzazione che dovrebbero essere rilasciate con urgenza dai ministeri competenti - scrivono le associazioni in una nota congiunta - sia dalle procedure in corso che tendono nei fatti a eliminare la Valutazione ambientale strategica per recuperare il dichiarato grave ritardo sulla tabella di marcia delle opere". Preoccupazioni che erano già state espresse dalle associazioni attraverso una lettera inviata ai ministeri delle Infrastrutture e della Transizione ecologica, i quali però "non hanno inviato alcuna risposta". Invece "non si conosce nulla per quanto riguarda, in particolare, l'attivazione delle procedure di valutazione ambientale sulle opere essenziali". Le associazioni chiedono che sia redatto "un Piano unitario e il relativo Rapporto ambientale riguardanti le opere e gli interventi essenziali" connessi ai Giochi da sottoporre a procedura di Valutazione ambientale strategica.

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti